Misteri della storia, tra verità e fantasia
0 14 minuti 4 mesi

I grandi misteri della storia: Morti dubbie, persone scomparse, mostri

 La storia può diventare uno dei nostri maggiori alleati ma, allo stesso tempo può dimostrarsi intricata, ricca di ipotesi ponderate e, peggio, fonte di speculazioni e teorie di cospirazione.

Va per la maggiore che la storia, la memoria del racconto per eccellenza ha i suoi segreti che, per cause di forza maggiore restano tali nel fitto groviglio di vicissitudini che troppo spesso restano all’ombra e in alcuni casi non forniscono dettagli su alcuni avvenimenti che, solo per via di ipotesi, diventano misteri lunghi una vita. Casi irrisolti mai dimenticati e spesso riesaminati senza successo.

Che si tratti della scomparsa del volo 370 della Malaysia Airlines, del volo Boeing 777 e così via, si parla sempre di casi che non si prestano alle normali serie di spiegazioni, o teorie plasmabili. Motivo per il quale, sempre più frequentemente, restano fenomeni avvincenti che catturano le persone in ogni parte del mondo.

Tra gli argomenti più affascinanti, alcuni dei quali sono stati già trattati in precedenza, sicuramente si può fare una cernita e valutare con occhi curiosi e obiettivi il decorrere degli eventi.

I misteri della storia più noti di sempre

Chi ha sparato a JFK e RFK?

Kennedy

Nessuno di noi, nemmeno i più giovani, riesce a dimenticare e a non parlare di quanto accadde nel lontano 22 novembre 1963.

L’assassinio del presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, che sconvolse l’America e lasciò basita l’Europa, resta, indubbiamente, uno degli eventi più scioccanti del XX secolo. Sui Kennedy, famiglia a dir poco sfortunata, se ne sono dette di tutti i colori.

Fantasie fomentate, appunto, dalle tante teorie – vere e non – di complotto. Ma soprattutto dall’uccisione, il 5 giugno 1968, del fratello Robert F. Kennedy, che suscitò a dismisura ogni teoria di cospirazione in merito. La verità è che ad oggi, tra Fidel Castro, la mafia e, il suo stesso governo, entrambe le morti restano senza “veri” colpevoli, e le numerose domande perdurano:

C’era un secondo tiratore sulla collinetta erbosa lungo il percorso del corteo di JFK? Come avrebbe potuto un uomo con un fucile da caccia, preso per corrispondenza, mirare al presidente in un’auto in movimento da una tale distanza?

Lee Harvey Oswald, unico sospettato e responsabile dell’omicidio, fu a sua volta colpito a morte due giorni dopo da Jack Ruby, nella centrale della polizia di Dallas. Ruby, fu arrestato il 24 novembre 1963 per il suddetto omicidio.

Una curiosità sui Kennedy nell’articolo: Tecumseh e la maledizione dei presidenti USA

Una commissione di esperti guidata dal presidente della Corte Suprema Earl Warren, concluse che Oswald era l’unico assassino, ma un sondaggio svolto sei decenni dopo ha scoperto che il 60% degli americani non lo crede possibile.

Per quanto riguarda RFK, una testimone ha detto alla CNN nel 2012, che ha sentito distintamente, due armi da fuoco durante la sparatoria del 1968 a Los Angeles e che le autorità hanno alterato il suo racconto.

****

La morte di Marilyn Monroe

Pseudonimo di Norma Jeane Mortenson Baker, l’eterna star di Hollywood, morì a Los Angeles, il 5 agosto 1962, all’età di 36 anni. Su di lei sono stati scritti romanzi, sceneggiature di film e numerosi documentari che la vedono legata ai Kennedy e anch’essa vittima di un complotto.

Marilyn Monroe

Il coroner della contea di Los Angeles sentenziò che la morte dell’attrice Marilyn Monroe fu un “probabile suicidio” per un’overdose di barbiturici. Tuttavia, gli interrogativi sulla morte dell’attrice, sono rimasti in sospeso per decenni. Tutta la storia potete leggerla qui, nel titolo “La bocca che Brucia”.

Il bagaglio di teorie cospirative è ricco! Tra queste sono incluse le discrepanze sull’ora del ritrovamento del corpo; e ancora la scomparsa degli organi interni dall’obitorio. E poi, i suoi legami con il presidente John F. Kennedy e suo fratello Robert F. Kennedy. Così pure un suo ipotetico legame con i boss del crimine organizzato.

Purtroppo, si scoprì solo troppo tardi che la diva che il mondo ha visto, non era la semplice Norma Jeane Baker – “una bionda stupida” (come hanno osato definirla tristemente più volte) – ma una donna bruna, intelligente e colta, che vivrà eternamente nei ricordi di chi l’ha amata profondamente.

****

La morte di Natalie Wood fu un incidente o un omicidio?

Il corpo senza vita dell’attrice Natalie Wood fu ritrovato al largo dell’isola californiana di Catalina, nel novembre 1981. In un primo momento il coroner dichiarò che la causa fu “annegamento accidentale“. Nel 2013 il coroner della contea di Los Angeles cambiò ufficialmente il certificato di morte in: “annegamento e altri fattori indeterminati”.

Misteri della storia
Natalie Wood

Gli investigatori della Omicidi decisero di dare una nuova occhiata a uno dei misteri più longevi di Hollywood. Soprattutto dopo essere stati contattati da persone che hanno detto di avere ulteriori informazioni sull’annegamento dell’attrice. A dichiararlo fu il Dipartimento dello Sceriffo.

La morte della Wood è avvenuta durante un viaggio sul suo yacht con il marito Robert Wagner e l’attore Christopher Walken. Il caso è ancora aperto.

****

Cosa è successo ad Amelia Earhart?

La famosa aviatrice Amelia Earhart scomparve insieme al navigatore Fred Noonan durante un tentativo, fallito, di volare intorno al mondo nel 1937. Non ci sono ancora prove concrete su ciò che è successo. Le teorie sul suo triste destino sostengono che l’aereo della Earhart fu abbattuto dai giapponesi intorno alle isole Marshall. Un’altra è che la Earhart tornò segretamente negli Stati Uniti e il governo le diede una nuova identità.

Amelia Earhart – Misteri della storia

Altro su Amelia Earhart

La Earhart era sull’ultimo segmento della sua rotta globale, volando da Lae, Papua Nuova Guinea, con una destinazione a 2.500 miglia nel mezzo dell’Oceano Pacifico. Se il suo aereo si è schiantato nelle acque a poca distanza dal punto di rifornimento previsto sull’isola di Howland, è probabile che il relitto riposi a 17.500 piedi sotto la superficie dell’oceano.

Solo negli ultimi anni è stato possibile esplorare quelle profondità con veicoli subacquei. Le spedizioni che esplorano il fondo dell’oceano hanno offerto prove allettanti negli ultimi due anni che l’aereo della Earhart potrebbe essere vicino all’isola di Nikumaroro nel Sud Pacifico.

****

Dov’è Jimmy Hoffa?

Misteri della storia
Jimmy Hoffa

Quasi 40 anni dopo la sua scomparsa, l’ex capo dei Teamsters Jimmy Hoffa, rimane tra le persone scomparse più famose d’America.

L’ex boss dei Teamsters Jimmy Hoffa è stato visto per l’ultima volta il 30 luglio 1975, fuori da un ristorante di Detroit. La sua scomparsa è un mistero che innesca occasionali scavi da parte degli agenti dell’FBI alla ricerca dei suoi resti.

L’ultima indagine si è concentrata su un campo vicino a Detroit nel giugno 2013, sulla base di una soffiata del presunto mafioso Tony Zerilli secondo cui Hoffa fu colpito con una pala e sepolto vivo lì. Nulla è stato scoperto dopo tre giorni di scavi.

L’FBI ha detto all’epoca della sua scomparsa che poteva essere legata agli sforzi di Hoffa per riconquistare il potere nei Teamsters e all’influenza della mafia sui fondi pensione del sindacato. Si ritiene che Hoffa stesse cercando di tornare in una posizione di potere con il movimento sindacale dopo il suo rilascio dal penitenziario. Infatti, fu mandato in prigione nel 1967 per corruzione di giuria e frode. Il presidente Richard Nixon lo graziò nel 1971.

Le teorie popolari nel corso degli anni, includono che Hoffa fu eliminato sotto il vecchio Giants Stadium nel New Jersey, o sepolto in un allevamento di cavalli del Michigan. Oppure portato in una palude della Florida come cibo per alligatori o che il suo corpo fu direttamente incenerito. Un’altra teoria, che si diffuse in un primo momento, era che Hoffa fosse semplicemente partito per il Sud America con una ballerina di go-go.

****

La nave fantasma Mary Celeste

Il mercantile a due alberi Mary Celeste salpò da New York il 7 novembre 1872, diretto a Genova. A bordo, il giorno in cui fu ritrovata, mancavano all’appello tutti i membri dell’equipaggio. Ben 10 passeggeri. Fu ritrovata quattro settimane dopo, a galleggiare nel mezzo dello stretto di Gibilterra. Non c’erano segni di lotta e tutto il suo carico era ancora a bordo. Mancava la sua unica scialuppa di salvataggio.

La Mary Celeste – Misteri della storia

Le speculazioni degli ultimi 140 anni sul perché la nave fu abbandonata, includono teorie che coinvolgono i pirati, un ammutinamento dell’equipaggio e persino un mostro del mare. Un documentario intitolato “The True Story of the Mary Celeste“, uscito nel 2007, ha escluso queste possibilità, ma non ha fornito una spiegazione definitiva.

****

Il Triangolo delle Bermuda?

La leggenda del Triangolo delle Bermuda, è iniziata con l’inspiegabile scomparsa di un gruppo di aerei militari che trasportavano 14 uomini al largo della costa della Florida del sud, nel dicembre 1945.

Stiamo entrando in acque incontaminate, non sembra palesarsi nulla di buono“! si suppone che il leader del volo abbia detto queste parole prima di perdere il contatto radio. Altri 13 militari mandati a cercare i piloti, scomparvero poco dopo.

Misteri della storia
Rappresentazione del triangolo delle bermuda – Misteri della storia

Si annoverano altre sparizioni e incontri misteriosi, che poi sono stati collegati alla zona dell’oceano chiamato triangolo perché comprende le Bermuda, la Florida e Porto Rico.

Due aerei passeggeri della British South American Airways scomparvero nella zona a distanza di un anno l’uno dall’altro, nel 1948 e nel 1949. Non sono mai state trovate spiegazioni o rottami.

Le vittime accreditate nella zona in numerosi libri e documentari, hanno incluso una grande petroliera, uno yacht da diporto e un piccolo aereo passeggeri. Libri, tra cui “Il Triangolo del Diavolo”, “Il Limbo dei perduti” e “L’enigma del Triangolo delle Bermuda”, suggeriscono spiegazioni soprannaturali. Alieni in astronavi, wormholes e il mitico continente perduto di Atlantide.

****

Big Foot, Yeti o Sasquatch esistono davvero?

Nelle montagne dell’Himalaya, è conosciuto come lo Yeti o l’Abominevole Uomo delle Nevi. I nordamericani hanno riportato avvistamenti di Big Foot (o Sasquatch). I russi chiamano il loro Almasty.Misteri della storia

Una caratteristica comune degli avvistamenti passati e recenti, è che la maggior parte delle foto sono sfocate e i video sono traballanti e indefinibili. Un esame serio, del materiale a disposizione, spesso porta a conclusioni definite come “scambio di identità” o di bufale ben elaborate. Anche perché, la probabilità che un Big Foot esista è, a detta di tanti, dello 0,1%.

Ma proprio nel 2013, un genetista britannico ha detto di aver esaminato dei campioni di peli, ritrovati nelle zone dell’avvistamento, (presumibilmente da due delle creature misteriose). Questi esami, hanno dimostrato di avere una corrispondenza genetica con un antico orso polare. Lo scienziato ha presentato i risultati del DNA, a una rivista scientifica, peer-reviewed.

****

 Il mostro di Loch Ness è una creatura reale?

Il primo avvistamento documentato della misteriosa creatura che nuota nel Loch Ness in Scozia risale al 1871.  Decine di avvistamenti sono stati registrati da allora, compreso il più recente, nel novembre 2011, quando un certo George Edwards ha riferito di aver visto una “gobba in lento movimento” emergere dalle torbide profondità di Loch Ness.

Misteri della storia
Nessi – Misteri della storia

Un team di ricerca statunitense ha preso di mira Nessie – il soprannome affettuoso della creatura – nel 2009 utilizzando un sottomarino per esplorare il fondo del lago. L’unica scoperta, consisteva nel ritrovamento di migliaia di palline da golf a 300 piedi di profondità e a 100 metri dalla riva, questo perché nella zona turistica è praticato da molto tempo il golf. Dunque, considerata l’affluenza … non c’è nessun mistero!

****

La Sacra Sindone di Torino è veramente il telo funebre di Gesù?

Misteri della storia
Sindone fotografata da Giuseppe Enrie (1931) – Misteri della storia

La Sindone di Torino potrebbe essere la più famosa reliquia religiosa. Secondo alcuni cristiani la sindone, che porta l’impronta del corpo di un uomo, è il telo funebre di Gesù Cristo. Il corpo sembra avere ferite che corrispondono a quelle che la Bibbia descrive come sofferte da Gesù sulla croce.

Molti studiosi contestano l’autenticità del sudario, dicendo che risale al Medioevo, quando molte presunte reliquie bibliche – come le schegge della croce di Gesù – sono emerse in tutta Europa.

Anche la Chiesa Cattolica Romana, che si è a lungo dibattuta sull’argomento, non insiste sul fatto che il sudario sia stato usato per avvolgere il corpo di Gesù. La sua posizione ufficiale è che la sindone è un importante strumento di fede a prescindere dalla sua autenticità.

Poco prima di farsi da parte come Papa, Benedetto XVI autorizzò la trasmissione di un video della Sindone dalla Cattedrale di Torino, dove la misteriosa reliquia cristiana è tenuta in una teca di vetro a prova di proiettile e a clima controllato.