The Changeling

The Changeling: il mistero del bambino rimpiazzato

Esistono storie che sembrano frutto solo di una abilissima sceneggiatura, eppure per quanto impossibili si riferiscono a fatti realmente accaduti. È il caso del film The Changeling, del 1980 diretto da Peter Medak, che attinge a piene mani da un fatto incredibile.

Storie di spiriti: The Changeling

Nel 1968, il compositore Russell Hunter si trasferisce da New York nella Henry Treat Rogers Mansion vicino a Cheesman Park a Denver, in Colorado. In un’intervista in seguito afferma di aver affittato la proprietà per il prezzo incredibile di 200 dollari al mese perché nessun altro voleva vivere lì. Nel febbraio del 1969, Hunter inizia a vedere e sentire strani fenomeni in casa, inizia tutto con un terribile colpo e poi uno schianto. Un rumore puntuale ogni giorno alle 6.00 del mattino, che si ferma sempre quando l’uomo si alza dal letto. Le porte si aprono e si chiudono da sole, come anche i rubinetti, le pareti vibrano con violenza tale da far cadere i quadri sul pavimento. Mentre investiga scopre una scala nascosta sul retro di un armadio al piano di sopra, uno stretto passaggio conduce in una stanza segreta.

Un puzzle paranormale

L’uomo si convince che uno spirito vuole venire in contatto con lui, organizza quindi una seduta spiritica che rivela l’esistenza di un bambino malato. Che una volta viveva in casa ed era l’erede di una fortuna, tuttavia muore improvvisamente ed i genitori preoccupati che la sua eredità passi ad altri fa una scelta spaventosa. La coppia senza scrupoli occulta il figlio morto in una tomba senza marchio in un campo a sud-est di Denver. Il bambino è rimpiazzato con un orfano che gli somiglia molto, nessuno si accorge della differenza perché continua a vivere segregato in casa. Stando ai racconti di Hunter lo spirito gli indica il luogo dove è sepolto, dopo aver ricevuto un permesso speciale, la terribile scoperta. Sono ritrovati i resti di un corpicino piccolo con al collo un medaglione e sopra inciso il suo nome.

The Changeling

Il male non riposa

Eppure la terribile scoperta non risolve il problema: in realtà, il tormento è solo peggiorato. Una porta di vetro esplode in faccia a Hunter, recidendogli un’arteria nel polso, ed il muro dietro il letto implode sbriciolandosi su di lui. Temendo per la vita, trova rifugio in una casa in Kearney Street e chiama un prete della Chiesa episcopale per eseguire un esorcismo. Poco dopo la Henry Treat Rogers Mansion è demolita, nel 2010 viene a galla che l’intera struttura sorgeva su un cimitero del 1858. Dunque la vicenda è reale, si tratta di Henry Treat Roger II nato nel 1892, morto nel 1918 in guerra. Tuttavia dettagli ambigui sul suo decesso fanno pensare che l’uomo perito in guerra non fosse lui ma un bambino che lo ha rimpiazzato. Dopo tutto il titolo dato al film non potrebbe essere casuale, considerando che è lo stesso Russel Hunter a firmare la sceneggiatura.

Malvagie creature fantastiche

Ma la storia si tinge di toni oscuri, se pensiamo che secondo il folklore i the changeling sono esseri molto simili alle fate. Attratte dai bambini umani belli e sani a differenza dei loro, spesso malati e deformi, scambiano i neonati. Prendono il bambino umano lasciando nella culla un sostituto del loro mondo. Non tutti possono essere rapiti da questi esseri che prediligono quelli non ancora battezzati. Verità o leggenda la storia racconta avvenimenti terribili ai quali spesso rifiutiamo di credere, forse perché la finzione è uno dei tanti nomi della realtà.

error: Content is protected !!