Congiunti: il Governo fa chiarezza

Congiunti: il Governo fa chiarezza con riserva

Congiunti: il Governo fa chiarezza a seguito del Dpcm del 26 Aprile, su alcuni punti fondamentali, nucleo delle continue domande sui nuovi provvedimenti per l’emergenza da coronavirus.

In attesa della fase 2 sono rese pubbliche le FAQ : Spostamenti, Attività Fisica, Congiunti.

In data 4 Maggio, come preannunciato dal Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana Giuseppe Conte, partirà la Fase 2 emergenza coronavirus.

L’annuncio, legittimato sia dalla pressante situazione economico-lavorativa; sia per riportare – per quanto plausibile – una lenta e progressiva ripresa, ha comunque destato perplessità. Fomentando domande su alcuni punti “poco chiari” inerenti al discorso fatto dal Presidente.

Da Palazzo Chigi – in queste ultime ore – arrivano i chiarimenti atti a specificare ogni singolo aspetto dell’imminente Dpcm. Tuttavia, sembra che il punto focale si sia concentrato sulla parola “congiunti – affetto stabile”.

La lista delle domande si snoda più frequentemente su questa tematica – dove la “presunta” confusione è ampiamente diffusa – piuttosto che sugli spostamenti o le attività motorie che, ad ogni modo, hanno richiesto a gran voce delucidazioni.

Altro punto da chiarire sulle visite, maggiormente su quelle all’interno della stessa regione e al tipo di autorizzazione, cui si ricollega per ovvietà la considerazione specifica di congiunto.

Congiunti: il Governo fa chiarezza, dalle unioni civili ai parenti di 6° grado

I congiunti, sul nuovo Dpcm inerenti alla fase 2 comprendono:

  • I coniugi;
  • I partner conviventi,
  • I partner delle unioni civili;
  • Le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo.
  • Stabile legame affettivo da intendersi anche come parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini; fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge)”.
  • Gli amici – al momento – sembrano esclusi da tale definizione.

Tutto questo si può leggere in una FAQ pubblicata sul sito del governo; che dà un’interpretazione del testo del Decreto.

Nonostante tutto, è opportuno rilevare che nello stesso documento, per ora, non è definito come sarà accertata tale specifica; ossia come sarà richiesto di dimostrare << lo stabile legame affettivo>>.

Leggi anche: Azzolina – Le scuole riapriranno a settembre.

error: Content is protected !!