Esce nelle librerie Memorabilia, di Antonio Massena

126
Esce nelle librerie MEMORABILIA
Nota stampa sul volume di Antonio Massena "MEMORABILIA - Teatro L’Uovo, metamorfosi di un impegno artistico, sociale e civile" (Ed. Titivillus)

Esce nelle librerie MEMORABILIA – Teatro L’Uovo, metamorfosi di un impegno artistico, sociale e civile, di Antonio Massena, presentazione Lucio Argano, editor Chiara Spaziani edizione Titivillus Mostre Editoria / Teatrino dei Fondi numero 155,  Collana Altre Visioni, pp. 312. 

Sponsor
È disponibile nelle librerie il volume MEMORABILIA. II Teatro L’Uovo, metamorfosi di un impegno artistico, sociale e civile di Antonio Massena, con la presentazione di Lucio Argano, edito Titivillus Mostre Editoria. 

Il volume traccia il percorso del Teatro Stabile di Innovazione L’Uovo, a partire dalla data della sua costituzione nel 1978 a L’Aquila, grazie allo sguardo attento di Antonio Massena, uno dei fondatori dello stesso teatro e direttore fino al 2014. L’autore ci conduce dentro il sistema teatrale, analizzando il panorama territoriale e politico, svelandoci il progetto culturale e artistico alla base de L’Uovo, esempio di ricerca, sperimentazione e creazione. 

Esce nelle librerie MEMORABILIA: le parole dello scrittore

Questo racconto” – scrive l’autore Antonio Massena – “oltre a voler essere la memoria di un progetto culturale e artistico che ha attraversato trentasette anni, è anche l’intreccio di più storie e momenti di una città che, dal 1978 a oggi, ha vissuto profondi e radicali mutamenti sociali, culturali e industriali. Storie di persone, di luoghi, di attività e realtà che hanno modificato il volto e il tessuto umano dell’Aquila.
È la testimonianza della vita e dell’amore profusi per un’impresa che è giusto rimanga indelebile nel tempo, una testimonianza scevra da ideologismi. Ed è la storia di persone che, con esperienze diverse ma formazione culturale, sociale e politica sortita dalle stesse radici, hanno saputo creare dal nulla un progetto che nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento nazionale e non solo: il Teatro L’Uovo”. 
Così scrive Lucio Argano nella presentazione: “Il libro ci conduce per mano dentro la società teatrale con pienezza, utilizzando ciò che la rappresenta meglio: i nomi e cognomi delle persone che a un certo punto mescolano le loro esistenze in scelte di vita e in incroci generando realtà poliedriche e alchemiche. È la genesi di teatri, gruppi, associazioni del nostro bellissimo teatro.” 

ANTONIO MASSENA 

Antonio Massena è uno dei fondatori del Teatro Stabile di Innovazione L’Uovo che ha diretto fino al 2014. Oltre ad essere scenografo per molteplici allestimenti teatrali si è anche occupato della progettazione di alcune sale teatrali e fra queste il Teatro San Filippo.
Ha ideato, coordinato e diretto numerosi progetti artistici nazionali e internazionali. Fra questi: I Cantieri dell’Immaginario, Backstage on stage, Archeo.S, La Bottega delle voci – Centro di Produzione teatrale II, Leonardo da Vinci II. È consulente di numerose imprese ed enti nazionali dello spettacolo dal vivo operanti nei settori del teatro, della musica, della danza e del circo contemporaneo.
Dal 2008 al 2016 è stato Presidente dell’Associazione Nazionale dei Teatri d’Arte Contemporanea aderente all’AGIS. È stato consulente del Comune dell’Aquila per il progetto Restart – “Sviluppo delle potenzialità culturali per l’attrattività turistica del cratere” Programma CIPE 2016-2020. 
LUCIO ARGANO 
Lucio Argano, esperto di progettazione culturale, dirige l’area Cultura e Turismo di PTSCLAS S.p.A; ed è project manager di Rome City of Film città creativa Unesco.
Presidente del Consiglio Superiore dello Spettacolo del MiBACT, insegna management culturale presso l’Università Roma Tre; poi l’Università Cattolica di Milano e Brescia, l’Università di Genova. E ancora la Luiss Business School.
È stato Presidente della Commissione Teatro del MiBACT, Direttore Generale della Fondazione Cinema per Roma; Poi Project Manager di Perugia 2019. Consulente di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. In aggiunta direttore Organizzativo del Festival Romaeuropa e del Teatro Popolare di Roma.