Festa della Repubblica

Festa della Repubblica: Beni Culturali aperti a tutti

Martedì 2 giugno il FAI apre il suo patrimonio a contributo libero volontario in occasione della Festa della Repubblica. Un’opportunità per festeggiare tutti insieme, dopo la lunga chiusura, anche la forza del nostro Paese che guarda verso il futuro.

Visite in sicurezza per la Festa della Repubblica

Dobbiamo avere fiducia nel nostro futuro”.

Il 2 giugno 2001 l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, annuncia con queste parole il ripristino di questa giornata di grande importanza. Il cui scopo è da sempre quello di commemorare la prima votazione a suffragio universale avvenuta subito dopo la Seconda Guerra Mondiale. Infatti il 2 e 3 giugno 1946 gli italiani sono chiamati alle urne a scegliere la propria forma di governo tra monarchia e repubblica. Nasce così la Repubblica Italiana e si chiude uno dei capitoli più tristi del Novecento, gli italiani con fiducia e speranza vedevano una rinascita. Come allora anche oggi dopo questa incredibile epidemia che ci ha dolorosamente colpiti, gli Italiani possono e devono tornare a guardare avanti tutti insieme. Per questo motivo, ma anche per rinnovare lo spirito di un tempo, il giorno della Festa della Repubblica il FAI offre i suoi Beni.

Un ringraziamento speciale

Per l’occasione medici, infermieri e personale sanitario che partecipano agli eventi nazionali organizzati dalla Fondazione e visitano i Beni hanno in omaggio la tessera FAI. Infine, per ribadire quanto il voto sia un dovere civico e una opportunità per il futuro, invita tutti a partecipare a I Luoghi del Cuore. Un censimento lanciata il 6 maggio 2020 e già giunto alla sua decima edizione, ha già superato i 270mila voti. E a partire dal 2 giugno si può votare anche nei Beni del FAI, oltre che online. Quale migliore occasione della Festa della Repubblica, quindi, per ricordare che un voto può fare la differenza, contribuendo a una grande e virtuosa azione collettiva.

Link utili

Per aderire all’iniziativa e prenotare: www.fondoambiente.it

error: Content is protected !!