Roca Nuova: I colori del Salento

224
Roca Nuova
I colori del Salento, BIANCO-NERO-COLORATO, l'Arte che pictura la Vita

Nel Borgo rinascimentale di Roca Nuova, sulla strada provinciale MelendugnoTorre dell’Orso, il 25 luglio alle ore 19.00, si apre la stagione 2021 del movimento culturale I colori del Salento. Ideato da Regina Resta, presidente dell’associazione culturale Verbumlandiart. Sarà inaugurata la mostra di pittura che vedrà un momento di saluti istituzionali ed un successivo incontro poetico.

Sponsor

A Roca Nuova I Colori del Salento: BIANCO-NERO-COLORATO, l’Arte che pictura la Vita

Saranno presente il sindaco di Melendugno  Marco Potì, il vicesindaco Simone Dima, e ancora l’assessore alla Cultura Giusy Doria.

Gli artisti che esporranno le loro opere sono Anna Alemanno, Ana Buda. Annamaria Di Maggio, Carolina Sperti. Emanuela Loscanna, Fernando D’Ospina. Giovanni Mazzei, Madia Ingrosso. Renato Leone e presenzieranno fino al 28 luglio. Dalle 19.30 Regina Resta dialogherà con la poetessa leccese Claudia Piccinno e anche col poeta e psichiatra Gianpaolo Mastropasqua; entrambi noti a livello internazionale. La serata sarà allietata da alcuni intermezzi musicali a cura di Benedetta  Manca.

Gli eventi si susseguiranno fino al 28 luglio. Nello specifico lunedì 26, allo stesso orario, sarà presente la scrittrice Giovanna Politi, introdotta da Carmen Mancarella; con letture a cura di Annamaria Colomba e intermezzi musicali di Gianluca Milanese. Martedì 27 ci sarà, inoltre, una serata sulla legalità al femminile, condotta da Giusy Negro e Giusy Doria. Gli ospiti saranno Annatonia Margiotta e Mariafrancesca Stabile. 

In aggiunta, il 28 luglio ci sarà l’evento conclusivo in cui Il Professor Carlo Alberto Augieri dell’Università del Salento e poi lo scrittore Pierfranco Bruni, introdotti a loro volta dal benvenuto di Roberto Rollo e Mimmo Lorusso, dialogheranno sul tema BIANCO-NERO-COLORATO, l’Arte che pictura la Vita. Sarà cura degli organizzatori far rispettare la normativa anti- Covid. L’ingresso è libero.

Leggi Anche: Forme nel verde a San Quirico d’Orcia