San Galgano

San Galgano a Chiusdino l’Abbazia senza tetto

Nel territorio delle Terre di Siena, in magnifica posizione tra la Valle della Merse e le Colline Metallifere, sorge l’abbazia di San Galgano. Un vero e proprio museo a cielo aperto, dotata di un fascino suggestivo legato alla vicenda di Galgano Guidotti nato a Chiusdino nel 1148. Torniamo indietro nel tempo per conoscere insieme la storia di un uomo che si trasforma da paladino dissoluto in un vero Santo cavaliere di Dio.

La leggenda di San Galgano

Galgano visse la fanciullezza dedita ai divertimenti più sfrenati, finché qualcosa gli fa cambiare vita. Infatti un giorno ha improvvisamente due visioni dell’Arcangelo Michele, nella prima l’Arcangelo solo gli si manifesta innanzi, nella seconda lo invita a seguirlo. Galgano, accettato l’invito e, attraversato un ponte e un prato fiorito, raggiunse Monte Siepi, dove si trovò dinnanzi a un edificio rotondo e agli apostoli. Venne da loro accolto e, aprendo un libro sacro, gli apparve il Creatore che lo convertì definitivamente. Il nobile cavaliere, dopo aver rinunciato alle sue ricchezze e preso l’abito cistercense decide di vivere da eremita sul monte Siepi. Infatti proprio questo luogo conserva la spada che Galgano ha conficcato nella roccia in segno di pace per diventare un asceta. In seguito sono i monaci cistercensi a far costruire l’Abbazia di San Galgano in onore del monaco divenuto Santo.

San Galgano

Storia della chiesa

La grande struttura sorge tra il 1220 ed 1268, nel periodo in cui in Italia si fonde lo stile Romanico con lo stile Gotico francese. Possiamo entrare passando da un ingresso laterale sulla destra per trovarci subito nella navata centrale per ammirare il grande abside. Con le sue sei finestre a sesto acuto e l’ampio rosone centrale a dodici petali caduti e la piccola rosa superiore. Nel 1300 l’abbazia fu devastata dalle truppe dirette da Giovanni Acuto e nel 1400 inizia il periodo di decadenza. La storia narra che nel 1786 il tetto era quasi del tutto in rovina quando un fulmine colpì il campanile buttando giù quello che restava. E lasciando quello che ammiriamo oggi, ossia solo le mura che creano un magico incontro incredibile tra chiuso ed aperto. Ciò lo rende un itinerario turistico ideale per una esperienza probabilmente unica.

Informazioni utili:

L’Abbazia di San Galgano è aperta tutti i giorni con i seguenti orari

da novembre a marzo dalle ore 9:00 alle 17:30

aprile, maggio e ottobre dalle ore 9:00 alle 18:00

giugno e settembre dalle ore 9:00 alle 19:00

luglio e agosto dalle ore 9:00 alle 20:00

Il costo del biglietto per la visita del complesso monumentale è 3,50€ intero 3,00€ ridotto. Comprende la visita al Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra di San Galgano situato a Chiusdino. Per altre informazioni è possibile vivistare il sito: www.comune.chiusdino.siena.it

 

error: Content is protected !!