ROMA – Il turismo enogastronomico è una risorsa per l’Italia. Senza alcuna ombra di dubbio. Non lo scopriamo di certo noi, ma è comunque bene ribadirlo, soprattutto in questa difficile epoca di crisi economica da Covid. A proposito di soldi, il movimento #FareRete, che riunisce quattro delle maggiori associazioni di categoria della ristorazione (Ambasciatori del Gusto, Associazione Professionale Cuochi Italiani, Charming Italian Chef e Jeunes Restaurateurs Italia), è riuscito a far sì che nella legge di bilancio 2022 venissero complessivamente stanziati 76 milioni in favore del comparto. Un’ottima idea.

Ad esempio, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha istituito il “Fondo di parte corrente per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano”. Tuttavia non basta. Bisogna infatti lavorare concretamente affinché anche le principali manifestazioni di settore – che richiamano ogni anno visitatori e stakeholder – possano ripartire quanto prima. Recentemente, proprio su queste pagine, ci siamo occupati del rinvio di ‘Anteprima Amarone‘, slittato da febbraio a giugno. Ma non va dimenticato anche il Sigep di Rimini, la più prestigiosa fiera italiana della gelateria e del mondo dolce, che doveva tenersi in questo mese ed è stato invece posticipato a marzo. Sono sicuramente dei danni.

Turismo enogastronomico, una risorsa per l’Italia

E non è finita qui. Rimanendo in tema di eventi imprescindibili, segnaliamo che a Bologna, dal 28 aprile al 1° maggio, il Fico Eataly World ospiterà l’Italy Food & Wine Travel, la borsa dell’enoturismo e del turismo enogastronomico dedicata alla promozione e commercializzazione degli operatori. C’è poi chi, come accaduto a Mantova, sceglie di passare direttamente dalle parole ai fatti. È notizia di questi ultimi giorni che la giunta comunale ha approvato il protocollo d’intesa per la promozione dell’enogastronomia nella Lombardia orientale, chiamando il progetto “East Lombardy”.

Una buona idea è poi, a nostro parere, quella dell’Italia Foodball Club, la cui nuova stagione partirà domenica 30 gennaio e sarà visibile dalle 21 sul quotidiano on line SanremoNews.it. Enogastronomia e calcio insieme per scoprire le grandi città in un modo diverso. Combinando tra loro due grandi passioni degli italiani quali, appunto, il food&wine e il pallone. Insomma, gente, gli spunti ci sono. Basta soltanto saperli coltivare e mettersi al lavoro. Perché chi si ferma è perduto.

Inaudito. Indecente. Incredibile Previous post Inaudito. Indecente. Incredibile
Migliorare il riposo e vivere meglio Next post Migliorare il riposo e vivere meglio