NAPOLI – A Napoli il Mediterranean Wine Art Festival si terrà al Complesso di San Domenico Maggiore dal 15 al 17 settembre, con la rassegna sulle eccellenze e degli scambi economici culturali per un Mediterraneo di Pace, organizzato dal Museo dell’Arte, del Vino e della Vite. Il Festival è promosso da un comitato, composto da personalità della cultura, dell’economia, del sociale e delle istituzioni con un respiro internazionale, e vedrà l’incontro delle realtà dell’enogastronomia e del turismo esperienziale dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Agroalimentare, agritech, enogastronomia, turismo esperienziale, medicina, salute e stili di vita, innovazione ed economia circolare saranno i principali temi trattati in simposi, incontri, dibattiti, ma anche in esposizioni in una ottica divulgativa per un nuovo umanesimo economico-culturale nel quale la convivialità rappresenti un volano per uno sviluppo sostenibile per la civiltà nel Mar Mediterraneo.

“Nella visione del simposio – ha spiegato Eugenio Gervasio, presidente del MAVV – Wine Art Museum e ideatore del Festival – come pratica conviviale, questo evento proporrà le eccellenze enologiche ed enogastronomiche nel loro legame storico, culturale e paesaggistico con il territorio, anche con un messaggio di pace, favorendo gli scambi economici nel settore agroalimentare e agritech”.

A Napoli il Mediterranean Wine Art Festival

L’iniziativa ha ricevuto, tra gli altri, l’Alto Patrocinio dell’Assemblea dei Parlamentari del Mediterraneo – PAM, il patrocinio della Commissione Europea, della Regione Campania, della Città Metropolitana e del comune di Napoli, dell’ICE e dell’ENIT. Il Festival si caratterizza per la degustazione delle specialità enogastronomiche, esposizioni e performance d’arte, videoproiezioni, eventi glamour, premiazioni e workshop – dedicati al mondo della salute e della medicina, ma anche dell’innovazione e della sostenibilità -, visite teatralizzate e in particolare momenti musicali. Gli eventi musicali Wine&Music sono innestati nella innovativa programmazione culturale della nuova amministrazione di Napoli che ha visto mettere al centro il progetto di “Città della Musica”.

Tra i numerosi eventi proposti verranno consegnati i premi In Vino Veritas by MAVV, giunti alla quarta edizione e sarà scelta la Dea Vite; sarà inoltre lanciato il Wine Art Contest e il GreenPrix 2022. Durante la manifestazione il Convention Bureau di Napoli assegnerà i riconoscimenti. Un evento celebrativo di particolare importanza in questo momento storico sarà il grande e diffuso, brindisi per la pace, nel Mar Mediterraneo e nel mondo.

Post vacation blues Previous post Post vacation blues? 5 regole per combattere la sindrome da rientro
Quel che resta del fuoco: 9 settembre 2022 Next post Quel che resta del fuoco: 9 settembre 2022