Cani Famosi

Cani famosi: i più popolari della storia e del cinema

I cani sono da sempre considerati i migliori amici dell’uomo e la loro presenza è documentata sin da tempi remoti. La testimonianza più antica del suo legame con gli umani risale al Gravettiano, circa 28.000 anni fa. E sono le orme di un bambino e di un cane ritrovate presso la grotta di Chauvet, nel sud della Francia. Da allora sono diversi quelli che hanno lasciato le impronte del loro passaggio. Ma quali sono i più popolari? Scopriamo insieme alcuni dei cani famosi che hanno cambiato il corso della storia, forse a volte in modi piccoli ma significativi. Cominciamo dall’antica Grecia con un cane spartano coraggioso e impetuoso in caccia ed in guerra.

I cani famosi regali campioni di guerra e fedeltà

Si tratta di Peritas, talmente amato dal re Alessandro Magno che quando muore, nel 326 a.C., in ricordo da il suo nome a una città. Probabilmente perché si sacrificò per salvargli la vita, infatti lo difese facendosi uccidere nello scontro al rientro dalla spedizione sull’Indo. Rimanendo sul campo di battaglia facciamo un salto nella Prima Guerra Mondiale per conoscere Stubby il pitbull terrier del caporale Robert Conroy. Ha salvato diverse vite imparando a riconoscere l’odore del gas asfissiante e i fischi delle granate, riuscendo ad avvertire del pericolo abbaiando. Arrivò addirittura a catturare una spia tedesca ottenendo il grado di sergente. Questi cani famosi sono anche esempio di grande fedeltà come nel caso di Hachiko, diventato un simbolo per il Giappone. Dopo la morte del padrone nel 1925, lo aspettò ogni giorno all’uscita del metrò fino alla sua morte.

Cani famosi

Gli attori canini

Talvolta queste storie sono così avvincenti che diventano film questo ci introduce al prossimo argomento, ossia i cani che hanno fatto la storia del cinema. Tra loro ricordiamo Terry il Cairn Terrier che incarna il cagnolino Toto per Il mago di Oz (1939). Abbandonata da cucciola è adottata da Carl Spitz, l’addestratore di cani non ufficiale di Hollywood. Diventa presto una delle attrici canine più ambite della sua generazione con all’attivo ben 17 film. Sempre negli anni ‘20 e 30 c’è l’indimenticabile Rin Tin Tin un pastore tedesco. Trovato nella Francia devastata dalla Grande Guerra e adottato dal soldato americano Lee Duncan. Nella sua nuova vita a Los Angeles trova la celebrità attirando l’attenzione di un regista, saltando altissimo durante una mostra canina. Ha recitato in quasi 30 film, molti dei quali scritti appositamente per lui, ad esempio Rin Tin Tin e il condor (1926).

Le stelle incontrastate di Hollywood

In certi casi il successo di questi cani è abbagliante che la loro carriera è celebrata anche sull’Hollywood Walk of Fame. Dove troviamo tre stelle, quella di Rin Tin Tin e di Stronghert nome cinematografico del cane von Etzel Oeringen, ed infine quella di Lassie. Il Rough Collie star del cinema canino degli anni ’40-’50, che ha consolidato il suo nome come uno dei cani più famosi della storia. Una curiosità: sebbene il personaggio di Lassie sia femminile, la parte è sempre stata data ai Collie maschi. Il cane reso celebre dal cinema nel 1943 nasce nel 1938 come protagonista del racconto di Eric Knight Torna a casa Lassie. L’originale si chiamava Pal, dopo la sua morte nel 1958, tutti i ruoli di Lassie sono stati ricoperti da cuccioli della sua linea di sangue.

Cani famosi

Eroi delle grandi imprese

In questo percorso non possiamo non menzionare i campione di maestose imprese come Balto. Un Siberian Husky che, guidando un gruppo di cani da slitta, ha salvato la vita dell’intera popolazioni di Nome (Alaska) colpita da difterite nel 1925. Balto e compagni guidati dal Dr. Gunnar Kaasen sono riusciti a rifornire la città delle dosi necessarie per arginare l’epidemia. Il suo corpo è esposto nel Cleveland Museum of Natural History, ha anche statue in Nome e nel Central Park di New York. Infine c’è un eroe dell’11 settembre, si chiama Trakr ed è parte della squadra K-9 al fianco dell’agente di polizia, James Symington. Trakr e Symington hanno il merito di aver trovato l’ultimo sopravvissuto, una donna imprigionata sotto cemento e acciaio per oltre 24 ore. Questo cane è riconosciuto dalla rivista Time come uno dei dieci animali più eroici di tutti i tempi.

error: Content is protected !!