Coronavirus: Interviene il Presidente Brusaferro

35
Rispettare le regole

Coronavirus: Interviene il Presidente Brusaferro. Le misure funzionano, ma mai come ora bisogna essere cauti.

In conferenza stampa: dal picco stabile, al contagio.

ROMA – 31 Marzo 2020. Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore della Sanità, asserisce che il plateau dei contagi è arrivato, ma rimarca come “il picco non è una punta bensì un pianoro da cui ora dobbiamo discendere”. Parole decise, quelle del Presidente che raccomanda di essere cauti.

I dati raccolti ad oggi – ore 18 – nella fase in cui il picco è fermo, dimostrano che le misure funzionano, soprattutto in base al numero dei “contagi stabili” nel tempo.

Sponsor

La discesa, stando a quanto afferma Brusaferro, può cominciare solo con “la massima attenzione a quello che facciamo quotidianamente”. “Se molliamo” continua il Presidente “l’epidemia può ripartire”.

Le affermazioni rilevano oltretutto che il dato deve incoraggiare ora più che mai, a continuare con le misure messe in atto contro l’infezione.

Nonostante i casi diagnostici, dunque, si avviano verso il plateau, la discesa è possibile solo con la costante applicazione delle regole. In aggiunta è opportuno sottolineare che gli elementi a disposizione, devono servire come monito per porre maggiore attenzione su tutto il paese; ed anche sull’analisi e l’andamento epidemiologico dello stesso. Inoltre, in fase di conferenza stampa, ha indicato l’indice di trasmissione del COVID-19, il tanto discusso R con zero (R0) in altre parole, il tasso di contagiosità del virus (da persona a persona).

Adesso è vicino all’uno” Afferma Brusaferro nel video diffuso online” ma dobbiamo arrivare sotto questo valore“, ha spiegato . “Dobbiamo mantenere tale indice sotto l’uno, intorno allo 0,5, con misure efficaci. Ma per raggiungere l’obiettivo finale, che  il valore zero contagi, “ci vorranno mesi”.

Coronavirus: Interviene il Presidente Brusaferro: le statistiche fino alle ore 18:00

Il Covid-19 in base al monitoraggio evidenzia quanto segue:

  • Casi totali in Italia: 105.792
  • Positivi: 77635
  • In terapia Intensiva: 4023
  • Ricoverati con sintomi: 28192
  • In Isolamento domiciliare: 45420
  • Guariti: 15729

I deceduti sono 12428 ma è importante dire che la causa del decesso, in quanto non è detto si tratti di covid-19, è ancora da accertare.

I dati sono visionabili su http://www.salute.gov.it/portale/home.html