Gino Iorio, scrittore-poeta al Festival Art di Spoleto

Gino Iorio, lo scrittore campano della “Casa di Tonia”, romanzo in attesa di diventare una fiction televisiva, sarà presente al Festival Art di Spoleto, presieduto dal prof. Luca Filipponi, prestigioso evento che dal 24 al 27 settembre fa intensamente vivere la bella città umbra

172
Gino Iorio

LO SCRITTORE-POETA GINO IORIO AL FESTIVAL ART 2021 DI SPOLETO

CASERTA. Gino Iorio, lo scrittore campano della “Casa di Tonia”, romanzo in attesa di diventare una fiction televisiva, sarà presente al Festival Art di Spoleto, presieduto dal prof. Luca Filipponi, prestigioso evento che dal 24 al 27 settembre fa intensamente vivere la bella città umbra con esposizioni internazionali, mostre mercato d’arte, rassegne culturali e confronti tra le Scuole d’arte europee.

Sponsor
Luca Filipponi, presidente Menotti Festival Art Spoleto

Intanto già il 4 settembre scorso, al Caffè letterario del Sansi, è stata inaugurata la Mostra d’Arte Contemporanea “Arte, Società e Comunicazione”, dal prof. Luca Filipponi, Presidente del Menotti Spoleto Festival Art in the city e dal prof. ing. Carlo Roberto Sciascia, Critico delle Arti.

Gino Iorio parteciperà alla parte letteraria del Festival, con la conduzione del critico d’arte Carlo Roberto Sciascia, presentando le sue ultime quattro opere poetiche, pubblicate da Pluriversum Edizioni. Le opere poetiche medesime sono accompagnate dalla creatività pittorica delle artiste Leonilda Fappiano, Rosanna Della Valle, Letizia Caiazzo, Raffaele Cantone, che hanno realizzato ciascuna un pannello dedicato ad un’opera.

Carlo Roberto Sciascia e Luca Filipponi all’inaugurazione della mostra

Il 25 e 26 settembre, a Spoleto, le sillogi Il Vento del Male (liriche scritte durante il Covid), Voci dell’Intorno (dialogo con la natura), Coriandoli d’amore prima e seconda parte (poesie d’amore), in presenza dell’autore, degli artisti e dei critici d’arte – Carlo Roberto Sciascia, Nicola Caprio Di Monaco, Luciana Lucca, Rossella Semplici, Rosanna Della Valle, Giuseppe Bianco – saranno presentate alla stampa e agli ospiti.

Logo SFA teodelapioMAF_resize

Gino Iorio, poeta e scrittore, al Festival Art 2021 di Spoleto

Luigi Iorio – confidenzialmente in campo letterario usa il nome Gino – è nato nel 1942 a Calvi Risorta, cittadina dell’alto casertano dove attualmente vive. Completato gli studi presso la facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Napoli, per circa venti anni è stato anche funzionario dell’Amministrazione finanziaria dello Stato. Successivamente ha curato l’attività industriale di famiglia, nel campo alimentare dell’olio e dello zucchero.

Dal 2012, dopo alterne vicende, si è dedicato alla poesia e alla narrativa. Presente con le sue liriche in numerose antologie, ha pubblicato le seguenti opere: nel 2012 “Momenti 99 poesie d’amore“ (Book Sprint edizioni).

Amore Amaro” – romanzo (Book Sprint edizioni); poi nel 2014 “La mia Stella” (Editore Tindaripatti); e ancora “La casa di Tonia”, romanzo (Editore Tindaripatti). “Trenta emozioni d’amore” (Editore Tindaripatti); poi nel 2015 “Il Posto delle Aquile” (Editore Piccola Editalia), “Il Viaggio di Tonia…” (Editore Guida Edizioni); nel 2019 “Letino in arte e poesia” – a cura – (Pluriversum Edizioni).

Esasperatismo di Stolu” – romanzo (Pluriversum Edizioni), nel 2020 Herculaneum: viaggio tra sogno e realtà” – saggio (Pluriversum Edizioni), “Stati d’animo di un poeta” – silloge (Pluriversum Edizioni), nel 2021 La mia stella” – romanzo (Pluriversum Edizioni).

Cultura.