Guns N’ Roses, un mito intramontabile

195
Guns N’ Roses, un mito intramontabile

LOS ANGELES – Guns N’ Roses, un mito intramontabile. Dopo la formazione del gruppo nel 1985, questa mitica rock band californiana ha da subito dominato la crescente scena rock di Los Angeles, grazie al suo atteggiamento sfrenato e travolgente. E non finisce qui: i Guns N’ Roses hanno poi conquistato il mondo intero con la pubblicazione del loro primo disco nel 1987, “Appetite for Destruction”, album di debutto più venduto di sempre negli Stati Uniti con oltre 30 milioni di copie.

Nel 1991, ‘Use Your Illusion I’ e ‘Use Your Illusion II’ (sette volte platino) hanno subito raggiunto i primi due posti della classifica Billboard Top 200. Poi nel 1994 la rottura, poco dopo la pubblicazione dell’album “The spaghetti incident”, con Slash che abbandonò la formazione, seguito a stretto giro da Duff McKagan. Al timone restò così il solo Axl Rose. Nel corso degli ultimi dieci anni, i Guns N’ Roses si sono esibiti dal vivo in concerti sold out e in importanti festival in tutto il mondo, dopo la pubblicazione dell’acclamatissimo “Chinese Democracy” nel 2008, che però non ha eguagliato – qualitativamente parlando – i lavori precedenti.

Sponsor

Guns N’ Roses, un mito intramontabile

Una reunion della line up originale era nell’aria. Un po’ tutti le evocavano. E così nel 2016 è arrivato: il grande annuncio: i Guns sono tornati sulla scena live internazionale con il loro ‘Not in This Lifetime Tour’, prodotto da Live Nation, che ha venduto oltre 5 milioni e mezzo di biglietti, divenendo il terzo tour con il maggiore incasso di sempre. Slash e Duff erano rientrati.

Il gruppo è attualmente formato da Axl Rose (voce, piano), Duff McKagan (basso), Slash (chitarra solista), Dizzy Reed (tastiere), Richard Fortus (chitarra ritmica), Frank Ferrer (batteria) e Melissa Reese (tastiera). Oggi i Guns rimangono una delle band più importanti e influenti della storia della musica e continuano a essere un punto di riferimento per milioni di fan in tutto il mondo. E recentemente, dopo anni, sono arrivati anche due inediti: “Absurd” e “Hard Skool“.