Leda e il Cigno Nero. Il Covid19 e la forza dell'umanità

Leda e il Cigno Nero: Covid19 VS forza dell’umanità

Leda e il Cigno Nero: il Covid19 e la resilienza dell’essere umano nella prima mostra meneghina di Julia Bornefeld.

In concomitanza con la Milano Design City Gaggenau e Cramum inaugurano il 7 ottobrecon un vernissage digitale aperto a tutti in live streaming“LEDA E IL CIGNO NERO” personale di Julia Bornefeld; a cura di Sabino Maria Frassà e terza del nuovo ciclo di quattro mostre “On-Air. Il presente è il futuro del passato”, progetto artistico e culturale che animerà anche il Gaggenau DesignElementi Hub per tutto il 2020 e realizzata in collaborazione con il progetto non profit CRAMUM.

“Leda e il Cigno Nero è la prima mostra personale meneghina di Julia Bornefeld, artista nota a livello internazionale per aver portato nella scultura il dibattito femminista. “Julia Bornefeld è l’artista dell’indefinito e dell’indeterminazione, maestra nel sintetizzare e far coesistere la razionalità e il peso della materia con l’irrazionalità e la leggerezza del pensiero”. Spiega poi il curatore Sabino Maria Frassà. “L’impeto e le forme delle sue opere partono sempre da forme e oggetti comuni – piume, uova, valigie, ombrelli, uccelli – per raccontare qualcosa al di là di ciò che si vede. L’artista non progetta mai i suoi lavori, ma vive di fulminee intuizioni in grado di raccontare l’universo, richiamando forme universali e immagini archetipali”.

Leda e il Cigno Nero: la fragilità raccontata dall’artista

Julia Bornefeld ha deciso di raccontare attraverso le piume, protagoniste della mostra, la fragilità e la resilienza dell’umanità di fronte alle avversità: al fianco di opere storiche lo spettatore potrà scoprire un corpo di opere inedite, realizzate durante il lockdown, in cui l’immagine del cigno nero – l’evento inatteso che stravolge tutto – si fonde con il mito di Leda, simbolo di una donna e di un’umanità che sa reagire e andare avanti.

L’artista, tuttavia, spiega con queste parole la mostra e la sua filosofia di vita: 

“Il nostro vivere è un inarrestabile viaggio senza alcuna meta prestabilita. L’unica cosa che possiamo fare è imparare a viaggiare con valigie leggere e con un ombrello che ci protegga permettendoci di continuare a camminare”.


Ti aspettiamo: 

“LEDA E IL CIGNO NERO”

di Julia Bornefeld

(8 ottobre – 13 novembre 2020)

Vernissage digitale 7 ottobre 2020 – Live streaming dalle ore 19.00

***

L’inaugurazione digitale in live streaming è aperta a tutti e per gli ospiti che si collegheranno; sarà dunque possibile inviare anche domande ad artista e curatore.

Gli spettatori potranno scoprire le ultime opere inedite, aneddoti e dettagli della ricerca artistica di Julia Bornefeld attraverso un tour virtuale 360° e contenuti video esclusivi.

Per registrarsi e partecipare poi al vernissage digitale: LINK

https://www.axterix.it/Rsvp/Gaggenau/2020-Evento_Bornefeld/?extra=3

La mostra è aperta al pubblico su appuntamento:

Gaggenau DesignElementi Hub, Corso Magenta 2

Lun-Ven 10:00-19:00

infocramum@gmail.comgaggenau@designelementi.it

T +39 02 29015250 (interno 4)

Torna Terra Madre Salone del Gusto Previous post Torna Terra Madre Salone del Gusto
Edizione Romana del Premio “IL POETA EBBRO” Next post Edizione Romana del Premio “IL POETA EBBRO”
Close