Malanni stagionali

Il dottor Gianlorenzo Casani, specialista della piattaforma MioDottore, parla della nuova influenza stagionale e del vaccino anti-influenzale cui seguono diversi buoni consigli.

Malanni stagionali e vaccino anti-influenzale:

Malanni stagionali e vaccino anti-influenzale: i consigli di MioDottore


Milano, 24 settembre 2020.
L’inizio dell’autunno e le prime variazioni di temperatura spesso coincidono con il sopraggiungere anche di qualche malanno legato al cambio di stagione; e si rende dunque necessario pensare ad azioni mirate di prevenzione, agendo per tempo. Diversamente rispetto al passato, quest’anno la campagna vaccinale anti-influenzale inizierà in anticipo; complice anche il Covid-19 che va a interporsi con la più classica influenza stagionale.

MioDottore, la piattaforma specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner, ha coinvolto uno dei suoi esperti, il dottor Gianlorenzo Casani, medico di base che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma, per fornire utili e pratiche indicazioni in merito, suggerendo agli italiani come orientarsi e quali aspetti prendere maggiormente in considerazione.

Malanni stagionali e vaccino anti-influenzale: non solo per le “consuete” categorie a rischio

Rispetto ad altri momenti storici, la presenza del Covid-19 potrebbe impattare anche sulla gestione del numero e la tipologia di soggetti per i quali è consigliato il vaccino anti-influenzale.

L’esperto di MioDottore sottolinea che sarebbe auspicabile che il maggior numero di persone si sottoponesse a tale trattamento. A cominciare dai soggetti più fragili ed esposti; ovvero gli operatori sanitari, chi vive o lavora in comunità. Ed ancora coloro che hanno frequenti contatti sociali, chi è affetto da patologie croniche e ovviamente gli anziani.

Lo specialista evidenzia, inoltre, che non è da sottovalutare l’effetto moltiplicatore; pertanto sarebbe bene estendere l’azione preventiva anche agli individui che utilizzano frequentemente i mezzi di trasporto.

Non sono infine da escludere anche i bambini e i giovani. Questo perché, nonostante siano categorie generalmente meno a rischio di altre per sviluppare complicazioni, sono tra i membri del nucleo famigliare a trascorre spesso più tempo con i componenti più anziani della casa.

Le note del professionista

Inoltre, vaccinarsi contro la “normale” influenza può essere di beneficio anche rispetto alla delicata situazione sanitaria in corso. In quanto il vaccino anti-influenzale potrebbe aiutare a discriminare la febbre stagionale da quella causata dal Covid-19. L’esperto di MioDottore commenta:

“Come abbiamo imparato a conoscere, i sintomi sono spesso simili o addirittura sovrapponibili; ma se un soggetto ha eseguito il vaccino anti-influenzale è più facile fare diagnosi differenziale, per cui comunque i tamponi si continueranno a usare”.

Infine, con il recente accordo tra Governo e Regioni per rivedere la quota delle dosi dei vaccini anti-influenzali da destinare al sistema territoriale delle farmacie garantendo la possibilità di acquisto diretto da parte dei privati, si ha la possibilità di un’attuazione più capillare.

Secondo l’esperto di MioDottore è però sempre preferibile rivolgersi direttamente al proprio medico di famiglia, così da assicurare un monitoraggio puntuale e un supporto personalizzato in base alle necessità del singolo paziente.

Le 4 regole d’oro dell’esperto: buone norme igieniche, alimentazione adeguata, movimento e contatto con il proprio medico

In attesa di sottoporsi al vaccino anti-influenzale, si possono però attuare semplici e pratici accorgimenti per prevenire la diffusione delle patologie. In primis una buona e semplice educazione sanitaria che prevede l’utilizzo della mascherina; e lo stare a casa in presenza di sintomi, anche qualora il tampone risultasse negativo.

Inoltre, ancora una volta preziosi supporti per il benessere fisico arrivano dalla tavola e dallo sport. 

Parole chiave sono dieta equilibrata e un’attività motoria adeguata. Nello specifico, per quanto riguarda il menu quotidiano è importante prevedere alimenti contenenti vitamine C e D e zinco.

Anche gli integratori o i prodotti fitoterapici sono una buona opzione, ma è importante che vengano adeguatamente prescritti da un medico, per evitare effetti di sovradosaggio, intolleranze o interferenze con altre terapie.

Infine, chiunque abbia patologie acute o croniche o sia in trattamento deve riferirsi al proprio medico per risolvere ogni dubbio.

A questo proposito, qualsiasi sia l’incertezza degli utenti nei confronti del vaccino anti-influenzale o tematiche legate a malanni stagionali, attraverso la sezione ”Chiedi al Dottore” disponibile sulla piattaforma è possibile rivolgere quesiti agli specialisti e ricevere un riscontro professionale e completamente gratuito in tempi rapidi, entro 48 ore.

***

Malanni stagionali – Note sulla piattaforma:

MioDottore.it fa parte del Gruppo DocPlanner ed è la piattaforma leader al mondo dedicata alla sanità privata che connette i pazienti con gli specialisti ed è pensata per rendere l’esperienza sanitaria più umana. MioDottore.it offre ai pazienti uno spazio dove trovare e recensire lo specialista più adatto alle proprie esigenze e allo stesso tempo fornisce ai professionisti sanitari e ai centri medici utili strumenti per gestire il flusso di pazienti, migliorare l’efficienza e la propria presenza online e acquisire nuovi pazienti.

Il Gruppo DocPlanner attualmente serve 35 milioni di pazienti e gestisce 3 milioni di prenotazioni ogni mese. Conta oltre 2 milioni di professionisti e circa 4 milioni di recensioni sui suoi siti in 12 paesi. L’azienda, fondata nel 2012 in Polonia, ad oggi si avvale di un team di 1.300 persone; con sedi a Varsavia, Barcellona, Istanbul, Roma, Città del Messico, Curitiba e Bologna. Arrivato in Italia nel novembre 2015, ha già registrato numeri record con oltre 200.000 dottori disponibili sulla piattaforma.

Per ulteriori informazioni visitare il sito: https://www.miodottore.it/

error: Content is protected !!