Neuroblastoma individuato gene coinvolto

24
Neuroblastoma
Un nuovo studio ha identificato che un gene di instabilità cromosomica, USP24, è spesso mancante nei pazienti pediatrici con neuroblastoma, una forma aggressiva di cancro infantile. La scoperta fornisce una visione importante nello sviluppo di questa malattia

Neuroblastoma: un nuovo studio ad opera dei ricercatori della Mayo Clinic ha identificato come un gene legato a un’instabilità cromosomica, USP24, sia spesso mancante nei pazienti pediatrici con neuroblastoma. La scoperta fornisce importanti conoscenze sullo sviluppo di questa malattia. Il documento è pubblicato su Cancer Research, la rivista dell’American Association for Cancer Research.

Il neuroblastoma è un cancro altamente aggressivo che colpisce quasi esclusivamente i bambini“. Dichiara Paul Galardy, M.D. un ematologo e oncologo pediatrico alla Mayo Clinic. Nonostante l’uso di molteplici approcci terapeutici, il dottor Galardy sostiene che troppi bambini muoiono di questa patologia ogni anno.

Per identificare nuovi approcci terapeutici, il dottor Galardy e i suoi colleghi hanno esaminato il ruolo di un insieme di enzimi noti come enzimi deubiquitinanti (DUB) in questa malattia. Hanno scelto questa famiglia di enzimi perché potrebbero essere presi di mira con una terapia farmacologica.

Si sa poco sul ruolo dei DUB nel neuroblastoma“, afferma il dottor Galardy. “Abbiamo usato un approccio computazionale per determinare l’effetto di troppo o troppo poco di un gene sull’esito di una varietà di tumori umani per identificare i DUB che potrebbero avere un ruolo nel trattamento del neuroblastoma“.

Sponsor

Il Dr. Galardy e il suo team hanno usato questo metodo per identificare due geni – USP24 e USP44 – con il maggior potenziale di influenzare gli esiti dei giovani pazienti con neuroblastoma.

Questi geni erano quelli più strettamente implicati come importanti per un’accurata divisione cellulare“, dice.

Neuroblastoma e le funzioni dei geni USP24 USP44

L’ematologo spiega che il suo team ha scoperto il ruolo importante di USP44 nella divisione cellulare; ed è stato associato con esiti negativi nel cancro ai polmoni. Pertanto, il team ha spostato la sua attenzione su USP24 per capire come potrebbe contribuire al neuroblastoma.

Si sa ancora poco su come funziona USP24“, continua il ricercatore. “Abbiamo osservato bassi livelli di USP24 nei bambini con neuroblastoma i cui tumori erano altamente aggressivi; portando a una progressione precoce o alla recidiva della malattia“.

Egli dice che bassi livelli di USP24 si verificano comunemente con altri marcatori di malattia aggressiva, tra cui l’amplificazione del gene tumorale MYCN e una perdita di un ampio segmento del cromosoma 1.

Il team ha anche scoperto che USP24 non è semplicemente un marcatore di malattia aggressiva. Avvalendosi di cavie geneticamente modificate a cui manca il gene USP24, hanno scoperto che USP24 svolge un ruolo importante nel proteggere le cellule dagli errori nella distribuzione dei cromosomi che avvengono durante la divisione cellulare.

Quando abbiamo confrontato le cellule con USP24 normale o soppresso; ed esaminato i livelli di proteine nelle cellule in divisione, abbiamo scoperto che i topi privi anche di una sola delle due copie di USP24 erano più inclini a sviluppare tumori“. Conlude il dottor Galardy. “Questo ci ha aiutato a concludere che USP24 può avere un ruolo nel garantire una divisione cellulare accurata; e che una perdita di USP24 nei topi porta alla formazione di tumori. E può anche contribuire allo sviluppo di tumori aggressivi del neuroblastoma nei bambini“.

Lettura consigliata: Leucemia mieloide acuta: un nuovo farmaco

Poi ancora: Morbo di Crohn: nuova potenziale terapia