Nuovo album per Max Gazzè

293
Nuovo album per Max Gazzè
Nuovo album per Max Gazzè

ROMA – Nuovo album per Max Gazzè. Uscirà il 9 aprile e si chiamerà “La matematica dei rami”. L’artista lo ha realizzato con la Magical Mystery Band (Virgin Records/Universal Music). Ed è stato lo stesso cantautore ad annunciare sui social il suo imminente progetto discografico. L’attesa, dunque, è già cominciata. Questo disco seguirà la partecipazione dell’artista all’ultimo Festival di Sanremo con la canzone “Il farmacista“.

Archiviata la kermesse musicale nella città dei fiori, Gazzè racconta e mostra in un post le atmosfere degli ultimi mesi in studio insieme a Daniele Silvestri, Fabio Rondanini, Gabriele Lazzarotti, Duilio Galioto, Daniele Fiaschi e Daniele “il Mafio” Tortora, i componenti della Magical Mystery Band con la quale ha co-prodotto il nuovo disco e che lo ha accompagnato sul palco dell’Ariston nella serata delle canzoni d’autore sulle note di “Del Mondo”, brano inserito anche nell’album.

Sponsor

Nuovo album per Max Gazzè

Ecco cosa ha scritto Max nel suo post:

“Queste immagini, registrate mentre provavamo il brano dei CSI che avremmo poi inserito nell’album ed eseguito a Sanremo, raccontano almeno in parte i nostri ultimi, intensissimi mesi: live set e live recording “alla vecchia” (roba da anni 70), ore piccole di pura passione, risate, idee e armonie a confronto. In un momento in cui il mondo è costretto alla distanza, noi abbiamo avuto la fortuna di riunirci. L’incredibile intensità di questo ritrovarci improvvisamente vicini, strumenti in mano, dopo tutti questi mesi, credo si senta in ogni nota di queste canzoni”.

E Gazzè ha poi spiegato il titolo dell’album:

“Rubando la tesi di Leonardo Da Vinci: come l’albero sembra seguire un andamento caotico nella crescita dei suoi rami per resistere al vento, così anche noi nell’apparente casualità delle nostre interazioni, dei nostri diversi suoni, delle diverse intenzioni, abbiamo trovato una forza tenace e antica, un’elastica ed armonica resistenza di cui andiamo fieri”.