Ospedale di Monopoli: Fascicolo disciplinare aperto

60
Ospedale di Monopoli

Ospedale di Monopoli: si apre un fascicolo disciplinare a carico dei medici coinvolti nell’inchiesta “San Giacomo”.


Ospedale di Monopoli: i fatti

Bari, 23 luglio 2019. Si è riunito quest’oggi il consiglio dell’Ordine dei Medici di Bari. La motivazione è data dall’apertura del fascicolo disciplinare, che vede coinvolti 16 medici nell’inchiesta “San Giacomo” di Monopoli, accusati di assenteismo.

Sponsor

Le news riportano come questi, timbravano il cartellino per poi allontanarsi dal lavoro. Il provvedimento, ha sollevato la sospensione dall’esercizio della professione per gli 8 colleghi sottoposti a misura cautelare.

La contromisura dall’esercizio della professione è adottata dall’Ordine (salvo diversa disposizione del giudice) e non è da intendersi come sanzione disciplinare; ma come disposizione di legge. Da applicarsi a medici che sono sottoposti a limitazioni della libertà personale.

L’Ordine è, infatti, tenuto ad attendere l’esito del procedimento penale, prima di poter agire disciplinarmente.

Ogni misura disciplinare potrà essere stabilita solo in seguito agli accertamenti dei fatti e a seguito della condanna definitiva dei medici coinvolti.

L’Ordine dei medici di Bari, per far fronte alle gravi accuse mosse, ha stabilito pieno appoggio e fiducia alla magistratura anche nel rispetto e nel bene dell’intero servizio sanitario nazionale. Ma soprattutto nel pieno rispetto della salute del cittadino. Ci si auspica che ogni accertamento avvenga nel più breve tempo possibile e che le eventuali persone implicate possano essere responsabilizzate dei fatti avvenuti.

Le dichiarazioni

“La legalità è la bandiera della professione. Ma legalità vuol dire anche essere rispettosi dei vari poteri dello Stato ed evitare di emettere condanne sommarie.”

Precisa Filippo Anelli, Presidente OMCeO Bari. “A fronte dei possibili illeciti o errori commessi da qualche medico, ogni giorno migliaia di colleghi si impegnano con passione nella cura dei pazienti. Sono loro che tengono in vita un sistema sanitario nazionale de finanziato; e in perenne carenza di personale, dedicando al proprio lavoro molte più ore del dovuto. Sono 15 milioni, le ore di straordinari non retribuiti, che ogni anno i medici ‘regalano’ al sistema; pari a 500 milioni di euro. A tutti quei medici va il ringraziamento mio e di tutto il Consiglio dell’Ordine.”

Infine, dalla diramazione della notizia dell’Ospedale di Monopoli, si sono verificate molte manifestazioni di incredulità oltre alla manifestazione di stima e fiducia nei confronti dei colleghi coinvolti.

In aggiunta, se le accuse dovessero essere accertate, data l’attuale crisi del sistema sanitario, sarebbero un’offesa gravissima alla Professione stessa, ai suoi principi, ai suoi valori.