Vaccino covid, Anelli: “Gli operatori sanitari devono”

26
Vaccino covid
Fonte@Omceo Bari

Vaccino covid – Anelli: “Tutti gli operatori sanitari devono vaccinarsi per il Covid-19. Bene la legge pugliese sui vaccini”.

Bari, 20 gennaio 2021. “A oggi sono 294 i medici deceduti a causa del Covid dall’inizio dell’epidemia. Questo dimostra che gli strumenti di prevenzione adottati finora non sono sufficienti per fermare la strage. I medici e tutti gli altri operatori sanitari devono proteggersi con la vaccinazione; che rappresenta il più importante presidio per tutelare la propria salute e quella dei propri pazienti.”

Sponsor

Commenta così Filippo Anelli, Presidente dell’Ordine dei medici di Bari, la notizia dell’approvazione ieri in terza Commissione del Consiglio regionale della Puglia della proposta di legge che estende l’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari anche al vaccino per Covid-19.

Vaccino covid -19, ladichiarazione del Presidente dell’Ordine dei Medici

“Per queste ragioni guardiamo con favore il fatto che il consiglio regionale voglia includere tra le vaccinazioni che garantiscono la sicurezza dei medici; e degli assistiti anche quella per il Covid 19.” Aggiunge Anelli“Non si tratta di un vero e proprio obbligo vaccinale, ma di un requisito che si inserisce nello spirito del testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro e della legge 24 del 2017 sulla sicurezza delle cure e della persona assistita. Come ha sottolineato la sentenza 137/2019 della Consulta, la legge della Regione Puglia sugli obblighi vaccinali dà la possibilità alla Regione di individuare reparti e ambiti di assistenza dove consentire l’accesso ai soli operatori che si siano attenuti al Piano nazionale di prevenzione vaccinale vigente, al fine di prevenire la diffusione di patologie infettive in ambito nosocomiale.”

“In questa ottica, l’azienda sanitaria tutela il medico e i pazienti richiedendo la vaccinazione.” – conclude Anelli“Come Ordine abbiamo fatto del diritto a lavorare in sicurezza una delle nostre battaglie. Guardiamo con favore quindi che all’elenco delle vaccinazioni si aggiunga quella per il Covid-19 e invitiamo la Regione a dare oggi priorità assoluta nel vaccino a liberi professionisti e odontoiatri, cui in Puglia non è stato ancora somministrato, a causa della carenza di dosi.”

Uffcio Stampa – Kibrit & Calce
Roberta Franceschetti