11 enigmi

11 indovinelli: Sai rispondere?

Gli 11 indovinelli più famosi della storia: dal cinema all’antica Grecia tutti i rompicapi

11 indovinelli

Il grattacapo di HOBBIT

Chiunque si sia perso nella Terra di Mezzo sa che J.R.R. Tolkien amava i puzzle logici. La gara di indovinelli tra Bilbo Baggins e Gollum in The Hobbit serve diversi rompicapi, il più difficile dei quali potrebbe essere il più complesso:

Non ha voce e grida fa, non ha ali e volo fa, non ha denti e morsi dà, non ha bocca e versi fa.

Risposta: Il vento.

Lo sporco trucco del Cappellaio Matto

Uno degli enigmi letterari più famosi della letteratura risulta anche il più frustrante. Il motivo? è senza risposta! Nelle Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, il Cappellaio Matto pone questo enigma ad Alice:

“Perché un corvo è come una scrivania?”

Risposta: Il Cappellaio Matto non ha la risposta e, a quanto pare, neanche Carroll ce l’aveva. Tuttavia, il desiderio dei lettori di averne una era così intenso, che l’autore fu costretto a immaginarne una che poi è apparsa in una prefazione:

Mi è stato chiesto così spesso di chiedermi se si può immaginare una risposta all’indovinello del Cappellaio, che tanto vale mettere a verbale quella che mi sembra una risposta abbastanza appropriata, cioè: “Perché può produrre alcune suoni, che sono veramente piatti; e non viene mai messa con l’estremità sbagliata davanti! Questo, tuttavia, è solo un ripensamento; l’indovinello, come originariamente inventato, non aveva alcuna risposta”.

11 indovinelli: L’Enigma di EDIPO

In Edipo, Re di Sofocle, il personaggio deve rispondere alla Sfinge per salvarsi la vita e continuare il suo viaggio verso Tebe. A sorpresa: la Sfinge chiede:

“Cosa cammina su quattro piedi al mattino, due al pomeriggio e tre alla sera?

Risposta: “L’Uomo: da neonato, cammina a quattro zampe; da adulto, cammina su due gambe e, in vecchiaia, usa un bastone da passeggio”.

Il rompicapo di HARRY POTTER

La serie di Harry Potter brulica di un linguaggio giocoso e d’intelligenza, quindi è giusto che un succoso indovinello si sia fatto strada nella serie. In Il Calice di Fuoco, J.K. Rowling fa un cenno alla Sfinge, mettendone una nel labirinto durante il Torneo. Harry ha il compito di risolvere questo enigma:

Per prima cosa pensa alla persona che vive sotto mentite spoglie,
Chi si occupa di segreti e non dice altro che bugie.
Poi, dimmi qual è sempre l’ultima cosa da aggiustare,
La metà della metà e la fine della fine?
E infine dammi il suono che si sente spesso
Durante la ricerca di una parola difficile da trovare.
Ora unisci le due parole e rispondi a questo,
Quale creatura non sarebbe disposta a baciare?

Risposta: Un ragno.

Verità custodite 

L’indovinello è stato coniato dal matematico Raymond Smullyan e dice: “Una forchetta nella strada“, “Paradiso e inferno” e “Le due porte“.

È probabilmente più noto per aver avuto un ruolo nel film Labyrinth del 1986. Ecco l’idea di base: si ha la possibilità di scegliere tra due porte identiche, con una guardia identica a ciascuna. Una porta conduce al paradiso e una porta all’inferno. Puoi fare una domanda a una guardia e poi, scegliere quale porta attraversare. Una delle guardie dice sempre la verità e una di loro mente sempre. Allora, che domanda fai?

Risposta: La protagonista (Sarah, interpretata da Jennifer Connelly) chiede alla guardia a sinistra:

Mi direbbe [riferendosi alla guardia a destra] che questa porta conduce al castello? Leftie dice di sì a Sarah, e da lì, lei riesce a concludere che è lui che fa la guardia alla porta della “morte certa“. 

Il preferito di Roosevelt

Si diceva che questo indovinello fosse il preferito di Teddy Roosevelt:

Io parlo, ma non dico quello che penso
Sento le parole, ma non ascolto i pensieri
Quando mi sveglio, tutti mi vedono
Quando dormo, tutti mi ascoltano
Molte teste sono sulle mie spalle
Molte mani sono ai miei piedi
L’acciaio più forte non può rompere il mio viso
Ma il più dolce sussurro può distruggermi
Si sente il più silenzioso dei piagnistei.

Risposta: Un attore

James Joyce  

In Ulisse, Stephen Dedalus pone un indovinello ai suoi allievi. Una parola per ai più esperti: non perdete troppo tempo a cercare di risolvere questo problema. 

L’equipaggio del gallo,
Il cielo era blu:
Le campane in cielo
suonavano le undici.
È ora che questa povera anima
vada in paradiso.

Risposta: “La volpe che seppellisce la propria ‘nonna’ sotto un agrifoglio”.

Avete capito? Gli studenti di Dedalus non lo capiscono, e molti esperti credono che sia questo il punto. La difficoltà esagerata vuole essere una sorta di indovinello degli indovinelli.

Tuttavia, non tutti gli enigmi di Joyce in Ulisse sono impossibili. Il protagonista Leopold Bloom scherza: “Un buon enigma sarebbe attraversare Dublino senza passare per un pub“. Questo grattacapo altrettanto sconcertante è stato risolto da uno sviluppatore di software nel 2011. Il programmatore è riuscito a mappare tutti i pub di Dublino e ha usato un algoritmo per tracciare un percorso che non arriva mai a meno di 115 piedi da uno di essi.

Chi ha dato il via alla serie degli indovinelli?

Si discute su chi abbia scritto il primo indovinello, ma l’antica civiltà dei Sumeri è certamente responsabile di uno di essi. Ecco un loro contributo all’eredità dei problemi logici:

“C’è una casa. Vi si entra alla cieca e se ne esce vedendo. Che cos’è?

Risposta: Una scuola

Un proverbio Inglese

Un altro vecchio indovinello,  nasce nell’Inghilterra del XVIII secolo. Probabilmente diventò famoso nel film Die Hard with a Vengeance, in ItaliaDie Hard – Duri a Morire.

Mentre andavo nelle Ardenne,
Vidi un uomo e sette donne,
Ogni donna sette sacchi,
Ogni sacca sette gatte,
Ogni gatta sette figli:
gattini, gatte, sacche donne
Quanti andavano nelle Ardenne?

Risposta: Uno. Come apprende John McClane, questa è una classica domanda trabocchetto. Se il narratore incontra il gruppo sulla strada per le Ardenne, allora devono andare nella direzione opposta e i calcoli di matematica sono semplicemente un po ‘di inganno inteso a sviare.

11 indovinelli – Il Grattacapo di Platone

 In Republica, il filosofo Platone fa riferimento a un famoso indovinello greco accreditato a qualcuno di nome Panarces:

C’è una storia secondo cui un uomo e non un uomo

Ha visto e non ha visto un uccello e non un uccello

Appollaiato su un ramo e non su un ramo

E lo ha colpito e non lo ha colpito con un sasso e non con una pietra.

Risposta: “Un individuo, che non ci vedeva bene, vide un gruppo di uccelli appollaiati su un giunco e gli lanciò una pietra pomice mancandoli”. (secondo Platone). 

Eistein’s Riddle

Il cosiddetto “Indovinello di Eistein” pone una semplice domanda: “Chi è il proprietario del pesce?” Forse non è stato scritto da Einstein – a volte è attribuito anche a Lewis Carroll, ed è molto probabile che nessuno dei due l’abbia scritto. Occasionalmente, alcune versioni presentano altri animali, come le zebre, al posto dei pesci. Ma a prescindere dalle sue origini, questo enigma è un indovinello difficile:

Ecco l’impostazione:

Ci sono 5 case in cinque colori diversi.

In ogni casa vive una persona di nazionalità diversa.

Questi cinque proprietari bevono un certo tipo di bevanda, fumano una certa marca di sigari e tengono un certo animale domestico.

Nessun proprietario ha lo stesso animale domestico, fuma la stessa marca di sigaro o beve la stessa bevanda.

La domanda è: chi possiede il pesce?

Questi sono i vostri suggerimenti:

L’inglese vive nella casa rossa

Lo svedese tiene i cani come animali domestici

Poi Il danese beve il tè

La casa verde è a sinistra della casa bianca

Ed ancora Il proprietario della serra beve il caffè

La persona che fuma Pall Mall alleva uccelli

Poi Il proprietario della casa gialla fuma Dunhill

L’uomo che vive nella casa del centro beve il latte

Il norvegese vive nella prima casa

L’uomo che fuma mescola le vite accanto a quello che tiene i gatti

L’uomo che tiene i cavalli vive accanto all’uomo che fuma Dunhill

In aggiunta: Il proprietario che fuma la birra BlueMaster

Il tedesco fuma Principe

Il norvegese vive vicino alla casa blu

In conclusione: L’uomo che fuma la miscela ha un vicino che beve acqua.

Risposta: Il tedesco. Ecco una spiegazione.

Se il pezzo sugli 11 indovinelli ti ha incuriosito, leggi anche Amityville House la casa degli orrori e dei fantasmi.

11 indovinelli più famosi della storia

error: Content is protected !!