La La Wine il nuovo talk show enogastronomico

31
La La Wine

Il periodo di quarantena ha fatto nascere diversi progetti, tra questi c’è La La Wine una trasmissione video tutta al femminile. Ed è infatti ideata e condotta da quattro amiche giornaliste con una passione in comune per l’enologia. L’obiettivo è quello di trattare l’enogastronomia, in particolare il vino, passando attraverso temi e ospiti autorevoli, accompagnati da un pizzico di leggerezza. Le rubriche sono quattro, come il numero delle autrici, si parte da Francesca Ciancio, giornalista professionista di lungo corso, che per prima ha lanciato l’idea. Ad accompagnarla in questa avventura c’è Barbara Amoroso, Michela Mozzanica e Giordana Talamona, tutte giornaliste ed esperte del settore.

Un frizzante palinsesto settimanale con La La Wine

In Good morning wine è protagonista l’attualità, tanti gli argomenti trattati come ad esempio il racconto di un medico e sommelier guarito dal virus. In Taste’s anatomy si parla di vino, birra, cibo con un produttore o un professionista del settore, ma soprattutto si degusta. Con tanti suggerimenti utili per apprezzare una bottiglia, aneddoti divertenti sulla produzione di una birra o un formaggio. La terza è Stappate di casa, la rubrica su donne straordinarie che hanno cambiato vita, città e progetti grazie all’enogastronomia. E per concludere Dirty drinking, un contenitore dove raccontare questo argomento ad ampio raggio che, come spiega Barbara Amoroso:

Sponsor

Parla di cibo e bevande in maniera inusuale, come nel caso della spedizione scientifica in Antartide. Dove abbiamo intervistato i ricercatori della Concordia Station su come si vive e cosa si mangia in un luogo così estremo”.

Dove Vedere il programma

Ma non finisce qui, perché La La Wine è appena nato, ma ha già voglia di crescere. Infatti assieme alla puntata settimanale on demand del giovedì, sono già andate in onda delle dirette Facebook che affrontano nuovi temi caldi.

Il programma va in onda tutti i giovedì ON DEMAND dalle 13.45 su Facebook, Instagram @lalawinemagazine e sul canale YouTube La La Wine Magazine.