Modigliani
0 3 minuti 3 settimane

E’ uscito per Maria Pacini Fazzi editore-Fondazione Ragghianti il secondo titolo della collana d’arte per l’infanzia ALT! Arte Libera Tutti, dedicato alla vita e all’opera di Amedeo Modigliani.

Con testi di Federica Chezzi, storica dell’arte docente all’Accademia di Bologna e Angela Partenza, architetto ed esperta in formazione e didattica dell’arte, illustrato da Francesco Pavignano, il libro Amedeo Modigliani – Joli comme un coeur dialoga con i piccoli lettori e li accompagna per mano alla scoperta dell’opera di un grande maestro dell’arte del Novecento.

“AMEDEO MODIGLIANI – JOLI COMME UN COEUR” Un libro edito da Maria Pacini Fazzi – Fondazione Ragghianti Lucca

È il 1906 e i fumi del treno a vapore invadono la banchina dei passeggeri. Amedeo si fa spazio tra la folla, pronto a entrare nel sogno di ogni artista: Parigi! Modigliani ha portato con sé poche cose: libri, stampe di quadri famosi e un abito marrone di velluto a coste che la madre Eugenia ha confezionato per l’occasione. Inizia con questo viaggio una delle più straordinarie avventure artistiche: i volti, gli occhi e le anime di Parigi stanno per entrare nelle indimenticabili opere di Amedeo Modigliani. I suoi ritratti cambieranno per sempre il volto dell’arte.

Oltre ad essere un’avventura fantastica alla scoperta del grande artista toscano trapiantato a Parigi, il volume stimola il lettore a esercitare la propria creatività, conducendolo, passo dopo passo, nella realizzazione di un autoritratto “alla Modì”.

Il volume è consigliato per i bambini dai 7 anni in su.

48 pagine a colori illustrate

9 riproduzioni delle opere di Amedeo Modigliani

Copertina cartonata cm 25×30

Collana: ALT! Arte Libera Tutti. n. 2

Temi: arte, didattica, biografie, artisti, educazione all’immagine.

ALT! Arte Libera Tutti!

Una collana d’arte per bambine e bambini di tutte le età, ricca di opere, interazioni, immersioni, sospiri, risate, misteri, pensieri, riflessioni, scoperte. Libri per crescere liberi!

Leggi anche: i 10 artisti che si sono distinti nel XIX secolo