Capolavoro di Caravaggio: Bergamo rivive dall’arte

56
Capolavoro di Caravaggio

Dopo i tragici mesi passati oggi la Lombardia vede un decisivo calo di contagi, ed una lenta ripresa con l’apertura di musei e biblioteche. L’Accademia di Carrara riparte da un capolavoro di Caravaggio, in prestito dal Metropolitan Museum of Art di New York, esposto fino al termine dell’estate. Il museo newyorkese proprietario dell’opera, ha infatti concesso una proroga del prestito de I musici, con un gesto di grande solidarietà e generosità internazionale.

Dal buio alla luce con il capolavoro di Caravaggio

L’Accademia Carrara riparte in sicurezza grazie ad un recente sistema di rilevazione automatica della temperatura con termo-scanner e ad un percorso espositivo completamente nuovo. Con segnaletica a terra per consentire una maggiore scorrevolezza degli spostamenti e appositi braccialetti a garantire la distanza minima tra una persona e l’altra. Per l’occasione è stato scelto il titolo Caravaggio in Bergamo per questa incredibile opportunità di godere ancora di questo straordinario capolavoro di Caravaggio. Arrivato in città in occasione della mostra sul pittore Simone Peterzano, Il suo rientro negli States era previsto per il 17 maggio. Tuttavia il lockdown imposto dall’emergenza sanitaria ha permesso di visitare la mostra solo nei primi 20 giorni di apertura.

Sponsor

Capolavoro di Caravaggio

Genesi di una tumultuosa creatività

Il quadro I Musici è il simbolo della spregiudicata natura di questo artista, commissionata dal cardinale Francesco Maria Del Monte. Dipinto nel 1595 rappresenta una complessa allegoria pagana, mostra tre giovani musicisti vestiti all’antica in un ambiente angusto sono in procinto di iniziare a suonare. Un Cupido seminudo è intento a staccare un grappolo d’uva, un gesto che può essere letto in chiave sensuale a suggellare l’intimità della riunione. Caravaggio già nei primi anni romani scoppia come un fulmine a ciel sereno, la sua pittura è diversa e questo è subito chiaro a tutti. Ha modificato il senso della rappresentazione in maniera deflagrante, probabilmente in tutta la storia dell’arte la pittura non ha mai superato tanta estremità.

Informazioni utili:

Per agevolare l’ingresso al museo, necessariamente contingentato, l’Accademia offre al pubblico la possibilità di prenotare la propria visita online tramite prevendita da apposito sito. Oppure telefonando al numero +39 328 1721727.

Orari e aperture straordinarie:

venerdì 22 e 29 maggio 15.00 – 22.00

sabato 23 e 30 maggio 10.00 – 19.00

domenica 24 e 31 maggio 10.00 – 19.00

lunedì 1 giugno 15.00 – 19.00

martedì 2 giugno 10.00 – 19.00