Medulloblastoma, come diventa metastatico

285
Medulloblastoma
I ricercatori scoprono come il medulloblastoma diventa metastatico

Il medulloblastoma è un tumore del cervelletto. Questo male a crescita rapida può diffondersi ad altre aree del cervello e del midollo spinale attraverso il liquido cerebrospinale (CSF). La metastasi, nel rivestimento del cervello o del midollo spinale, è responsabile di quasi tutti i decessi dovuti alla malattia.

Ora, una nuova ricerca condotta dalla Keck School of Medicine della University of Southern California (USC) dimostra come il medulloblastoma viaggia verso altri siti all’interno del sistema nervoso centrale.

Sponsor

Le loro scoperte sono pubblicate sulla rivista Cell Reports, in un documento intitolato

“Il medulloblastoma usa la transaminasi GABA per sopravvivere nel microambiente del liquido cerebrospinale e promuovere la diffusione leptomeningea”.

Ecco cosa si legge nella ricerca.

“Il medulloblastoma (MB) è un tumore cerebrale pediatrico maligno che insorge nel cervelletto. Anche se l’attivazione anormale dei recettori GABAergici è stata descritta nel MB, gli studi non hanno ancora chiarito il contributo del metabolismo GABA indipendente dai recettori alla patogenesi del MB”.

Questa ricerca ha dimostrato che un enzima chiamato GABA transaminasi, abbreviato in ABAT, aiuta le metastasi a sopravvivere nel cervello e nel midollo spinale e a resistere al trattamento.

“Questo è uno dei primi studi che si concentrano su come il medulloblastoma si diffonde attraverso la prospettiva delle neuroscienze. Questi tumori non sono solo intelligenti, ma utilizzano qualsiasi mezzo per crescere. Ora conosciamo un marcatore chiave che le cellule canaglia utilizzano”.

A capo della ricerca, l’autore corrispondente Josh Neman, PhD, che è anche assistente professore di neurochirurgia; e ancora direttore scientifico dell’USC Brain Tumor Center presso la Keck School of Medicine di USC. E membro dell’USC Norris Comprehensive Cancer Center.

Medulloblastoma: con il confronto neuronale il via a nuove sperimentazioni e cure

Lo studio condotto da Neman, dal suo studente di dottorato Vahan Martirosian e dai loro colleghi delinea come le metastasi di medulloblastoma rispondono all’ambiente sterile del liquido cerebrospinale cambiando il loro metabolismo.

Ecco cosa scrivono i ricercatori.

<<Mostriamo che l’espressione elevata di ABAT si traduce in un aumento del catabolismo di GABA, una diminuzione della proliferazione delle cellule tumorali e l’induzione di caratteristiche metaboliche e istoniche che rispecchiano i neuroni GABAergici.

Quando le cellule tumorali si calmano, sono molto pericolose. Le terapie attuali non funzionano perfettamente su queste cellule tumorali silenti – ed è per questo che alla fine sopravvivono e si diffondono”.

I ricercatori hanno scoperto che le cellule MB metastatiche richiedono ABAT per mantenere la vitalità nel fluido cerebrospinale povero di metaboliti, utilizzando GABA come fonte di energia sostitutiva.

Il nostro approccio stava utilizzando il campo emergente chiamato neuroscienza del cancro, dove la normale neurobiologia dello sviluppo incontra la biologia del cancro. L’ultima cellula tranquilla nel corpo è il neurone, e queste cellule tumorali stanno usando percorsi simili per diventare maligne e sopravvivere.

I ricercatori hanno in programma di esplorare altri elementi del ruolo di ABAT nella malattia.

Con il confronto neuronale, stiamo solo colpendo la punta dell’iceberg. Ci sono molte altre caratteristiche di queste cellule tumorali dormienti che non abbiamo ancora scoperto>>.

Questi risultati possono fornire nuovi suggerimenti per strategie evolutive e per colpire le metastasi mortali del medulloblastoma e aprendo la strada a ulteriori studi.

Articoli correlati.