ON Air

ON Air il libro d’artista: da oggi non in vendita!

Da oggi non in vendita ON Air il libro d’artista promosso da Cramum e Gaggenau per riflettere sul significato di contemporaneo oggi.

<<Contemporaneo non è sinonimo di “coevo”. Il segreto per riuscire a essere contemporanei è nutrirsi del passato per vivere e costruire un futuro migliore. Il futuro non nasce all’improvviso, ma va costruito “nel” e “a partire dal” passato.>>

In un momento così complesso e dove tutto è sempre più virtuale, Cramum e Gaggenau vanno controcorrente presentando ON AIR, libro d’artista non in vendita. Cramum ha infatti oggi annunciato attraverso i propri canali social l’uscita di ON AIR, terzo libro a tiratura limitata, frutto della collaborazione con il brand del design di lusso Gaggenau. Il volume, ideato e curato da Sabino Maria Frassà, documenta l’omonimo progetto artistico che ha portato in mostra nel 2020 e 2021 le opere di Julia Bornfeld, Lorenzo Marini, Elena Modorati e Davide Tranchina all’interno dello showroom meneghino Gaggenau DesignElementi Hub.

Da oggi non in vendita ON Air il libro d’artista

A rendere affascinante la pubblicazione non solo l’impossibilità di acquistarlo (è destinato ai soci di Cramum e a pochi collezionisti, giornalisti e storici frequentatori delle mostre milanesi) ma anche il tema: il libro infatti si interroga su cosa significhi “contemporaneo” oggi ai tempi dei social. Sabino Maria Frassà introduce il tema ricordando che “con la parola “contemporaneo” non si intende la semplice forma assunta oggi dall’arte e dalla cultura.
A ben vedere ciò che possiamo veramente definire come “contemporaneo” è la manifestazione dell’intelletto umano – tanto preziosa quanto rara – che riesce a risultare universale, attuale in ogni tempo: Socrate, Giotto, Caravaggio, Mozart, Hegel, Fontana, Borgeois, Bauman e Bob Dylan sono ancora oggi “contemporanei” perché non sono stati figli del proprio tempo, ma l’hanno determinato”. E aggiunge: <<Oggi diremmo che non sono follower, ma influencer. Il segreto per riuscire a essere contemporanei è nutrirsi del passato per vivere e costruire un futuro migliore. Il futuro non nasce all’improvviso, ma va costruito “nel” e “a partire dal” passato>>.

***

Il sottotitolo del libro è “Il presente è il futuro del passato”. Perciò il libro è stampato in 337 esemplari numerati. La scelta del numero non è casuale dal momento che è pari agli anni del brand. Anche il font impiegato è stato selezionato per raccontare il legame passato-futuro ed è frutto di una lunga ricerca: è stato ricostruito a partire da quello impiegato alla fine del XIX secolo per elaborare il primo logo Gaggenau.

Il libro ricco di elementi pregiati di cartotecnica si caratterizza infine per essere bilingue, di grande formato; la documentazione fotografica è merito dell’artista Francesca Piovesan e il progetto grafico è di Berto Poli.
In un momento così complesso e dove tutto è sempre più virtuale, Cramum e Gaggenau vanno controcorrente presentando ON AIR, libro d’artista non in vendita. Cramum ha infatti oggi annunciato attraverso i propri canali social l’uscita di ON AIR, terzo libro a tiratura limitata, frutto della collaborazione con il brand del design di lusso Gaggenau.

***

Il volume, ideato e curato da Sabino Maria Frassà, documenta l’omonimo progetto artistico che ha portato in mostra nel 2020 e 2021 le opere di Julia Bornfeld, Lorenzo Marini, Elena Modorati e Davide Tranchina all’interno dello showroom meneghino Gaggenau DesignElementi Hub.

A rendere affascinante la pubblicazione non solo l’impossibilità di acquistarlo (è destinato ai soci di Cramum e a pochi collezionisti, giornalisti e storici frequentatori delle mostre milanesi) ma anche il tema: il libro infatti si interroga su cosa significhi “contemporaneo” oggi. Sabino Maria Frassà introduce il tema ricordando che “con la parola “contemporaneo” non si intende la semplice forma assunta oggi dall’arte e dalla cultura.

“Contemporaneo” non è sinonimo di “coevo”. A ben vedere ciò che possiamo veramente definire come “contemporaneo” è la manifestazione dell’intelletto umano – tanto preziosa quanto rara – che riesce a risultare universale, attuale in ogni tempo: Socrate, Giotto, Caravaggio, Mozart, Hegel, Fontana, Borgeois, Bauman e Bob Dylan sono ancora oggi “contemporanei” perché non sono stati figli del proprio tempo, ma l’hanno determinato”. E aggiunge: <<Oggi diremmo che non sono follower, ma influencer. Il segreto per riuscire a essere contemporanei è nutrirsi del passato per vivere e costruire un futuro migliore. Il futuro non nasce all’improvviso, ma va costruito “nel” e “a partire dal” passato>>.

Il sottotitolo del libro è “Il presente è il futuro del passato”. Perciò il libro è stampato in 337 esemplari numerati. La scelta del numero non è casuale dal momento che è pari agli anni del brand. Anche il font impiegato è stato selezionato per raccontare il legame passato-futuro ed è frutto di una lunga ricerca: è stato ricostruito a partire da quello impiegato alla fine del XIX secolo per elaborare il primo logo Gaggenau.

Il libro ricco di elementi pregiati di cartotecnica si caratterizza infine per essere bilingue, di grande formato; la documentazione fotografica è merito dell’artista Francesca Piovesan e il progetto grafico è di Berto Poli.
Tutti i testi e le immagini sono in ogni caso consultabili liberamente sui siti di Cramum e Gaggenau.
Per maggiori informazioni infocramum@gmail.com
Tanti appuntamenti per il Muntagninjazz 2021 Previous post Tanti appuntamenti per il Muntagninjazz 2021
festival Next post Festival Lettera d’Amore da venerdì 6 agosto