Un uomo, siede tranquillamente a un tavolo. Il suo volto è impenetrabile. Un agente lo interroga. In quel momento, nulla sembra imbarazzarlo. Nulla sembra lasci pensare che si tratti di uno dei più spietati serial killer della storia. Non fu nemmeno il più sanguinario, Dennis Rader – meglio conosciuto come “BTK (Bind, Torture, and Kill) – che, a confronto di altri, non fu nemmeno il più truce. Inquietanti e, più che mentalmente compromessi, gli assassini e le vicende narrate in Racconti dal Vicinato hanno veramente poco di edificante. Ciò nonostante, la storia è piena di vicende orribili. Alcune delle quali, purtroppo, sono solo disgraziate fatalità. Tuttavia, in quest’articolo vogliamo ricordare solo alcune delle cronache da brivido che più hanno sconvolto l’umanità. Racconti da brivido.

Racconti da brivido: le 10 storie più lette di Racconti dal Vicinato

Al primo posto, un individuo che ha letteralmente “spaccato a metà” l’opinione pubblica mondiale: Zodiac, un caso irrisolto che tra la fine degli anni sessanta e i primi anni settanta destò terrore sia tra la comunità sia tra le istituzioni. Come scrissi nell’articolo, Zodiac fu diverso dagli altri. Autoreferenziale e con una logica disarmante piegò del tutto il dipartimento di Polizia nonostante l’aiuto dell’FBI. Un caso che non ha ancora un nome. La storia completa qui.

Al secondo posto, un altro caso irrisolto, quello del “mostro dalle 21 facce” – Glico Morinaga, uno dei casi più enigmatici avvenuti in Giappone tra il 1984/85, che vide coinvolte in un gioco morboso e delirante le aziende Ezaki-Glico, meglio conosciute per le sue merendine Pocky e Morinaga. Che fine ha fatto l’uomo dagli occhi di volpe? il caso Glico resta un mistero irrisolto. L’articolo qui.

Torniamo in Italia. Al terzo posto, seppur amaramente, abbiamo la storia di Milena Sutter, più conosciuta con il nome de “il delitto del biondino della Spider rossa“. 1971. La giovane Milena, 13 anni all’epoca, scompare. Viene ritrovata poco tempo dopo da due pescatori. Il cadavere galleggiava tra le onde. Le indagini conducono a un uomo, Lorenzo Bozano, di anni 25, proprietario di una spider rossa (un’Alfa Romeo Giulietta Sprint). Verrà smascherato dalla polizia, e condannato. 

***

Quarto posto. Il delitto di Novi Ligure. Erika De Nardo e Omar Mauro Favaro, oggi hanno una nuova vita. Tuttavia, nel febbraio 2001, commettono un delitto atroce che li segnerà per sempre. Agli occhi dei carabinieri si presenta una scena raccapricciante e, anche se la giovane in un primo momento dichiara che alcuni individui si sono introdotti in casa, gli agenti si accorgono da subito che qualcosa non torna. Susy Cassino madre di Erika e il piccolo Gianluca De Nardo, fratellino, sono stati uccisi dai due giovani. La storia, rappresenterà una delle più tristi della cronaca nera italiana. Leggila qui.

Quinto posto. Lo strano caso che vide un omicidio realmente accaduto, coinvolgere il mastro dell’horror per eccellenza che – sebbene fece ridere in tanti, in quanto non emerse nessuna verità a suo carico e tutto fu dichiarato solo frutto della fantasia dell’autore, una beffa da parte dello stesso – rimane ancora poco chiara in merito ad alcuni dettagli che, stranamente, lo portarono a stare sempre sotto stretto controllo delle autorità. Edgar Allan Poe: omicida o beffeggiatore?

Sesto posto. Non poteva mancare, tra i racconti da brivido, la storia di John Wayne Gacy, considerato allo stesso livello di altri serial killer. Un logorio interiore e costante, come uno stillicidio, che porterà un giovane dell’Illinois, apparentemente un uomo per bene, a commettere omicidi seriali a sfondo sessuale, fino al suo arresto avvenuto nel 1980 e alla sua morte, nel 1994 avvenuta per iniezione letale. La storia qui

Settimo posto. L’osservatore di Boulevard, ultimamente base di un telefilm Netflix, racconta la vicenda inquietante di una famiglia vittima di uno stalker mai individuato che li terrorizzerà a morte. Il caso si eclissò senza un colpevole alla fine del 2014. La famiglia si trasferì. La casa fu venduta nel 2019. Racconti da brivido.

***

Ottavo posto. Nel 2013 il caso di questa ragazza fece discutere i media di tutto il mondo e tantissimi bravi youtuber hanno cercato di spiegare la storia di Elisa Lam, una ragazza canadese che venne ritrovata morta in una cisterna dell’hotel Cecil di Los Angeles dove si era registrata. Il caso fu archiviato come un incidente, una fatalità. Ma sono in tanti a non essere d’accordo. Leggi la storia

Nono posto. Il delitto di Reggio Emilia, resta per opinione personale, uno dei più orribili, considerando la vittima: Tommaso Onofri di soli 17 mesi. Rapito per denaro da Salvatore Raimondi e Mario Alessi; morirà quasi subito, senza poter mai vedere la luce del giorno. Una storia che, come molte altre, lascerà solo tanta amarezza.

Decimo posto. Un passo nella storia per narrare le vicende di una famiglia, I Sodder, sconvolta da uno strano e misterioso incendio avvenuto nel West Virginia la notte di Natale del 1945. Qui, 5 bambini spariranno per sempre, avvolti in una vicenda che vede implicate troppe persone e un grande senso di omertà. Racconti da brivido.

"The Loneliest", tornano i Måneskin Previous post “The Loneliest”, tornano i Måneskin
Spina Bifida cure: primo trattamento con cellule staminali Next post Spina Bifida cure: primo trattamento con cellule staminali